CORONAVIRUS – Le indicazioni del Comune di Crema

comune di Crema

Rispetto agli allarmi che si inseguono in queste ore anche sul nostro territorio cremasco, per le ovvie relazioni di scambio e di prossimità con il Lodigiano, il Comune intende rassicurare “che le Autorità Sanitarie Locali e Regionali sono in azione e al lavoro per approfondire i casi e circoscrivere eventuali fonti di contagio. Le comunicazioni ufficiali saranno rese dalla Ats Cremona Mantova, con cui il Comune è in costante contatto, e da Regione Lombardia”.

Per quanto riguarda il Comune di Crema, tutti i servizi comunali continuano a funzionare regolarmente e non c’è motivo alcuno allo stato attuale per procedere diversamente. “A titolo meramente precauzionale abbiamo concordato con un limitatissimo numero di nostri dipendenti comunali, che risiedono nelle zone lodigiane interessate dagli episodi di possibile contagio, l’astensione dal lavoro per le prossime due settimane. Ciò, ribadiamo, a scopo puramente cautelativo, senza che vi fosse una prescrizione in tal senso dalla autorità sanitaria”, si legge in un comunicato. Per coloro che riscontrino sintomi influenzali o problemi respiratori, l’indicazione perentoria è sempre la stessa, non recarsi in Pronto Soccorso, ma contattare direttamente il numero 112 che valuterà ogni singola situazione e attiverà percorsi specifici per il trasporto nelle strutture sanitarie preposte oppure a eseguire eventualmente i test necessari a domicilio. Attenersi alle indicazioni e avere fiducia nel sistema di controllo aiuterà tutti i medici e gli enti a fare meglio il loro lavoro.

“Invitiamo tutti i cittadini e le cittadine a non diffondere allarmismi ingiustificati e ad attenersi alle indicazioni rese dalle Autorità sanitarie nei casi in cui si debba fare ricorso ai Pronto Soccorso, ovvero laddove si registrino sintomatologie sospette o si debbano chiedere informazioni o chiarimenti. Grazie e confidiamo, sempre, nella medicina e nella scienza!”.