Crema – Tentata rapina, due minorenni vengono arrestati e finiscono in comunità

Coltello e tirapugni posti sotto sequestro

Due minorenni, un italiano e un dominicano, sono stati tratti in arresto dai Carabinieri per tentata rapina in concorso e porto di oggetti atti ad offendere. I due, in un gruppetto di quattro ragazzini, avrebbero cercato di rubare uno scooter a un 33enne italiano che intervenuto per difendere il proprio bene si è visto minacciare dal duo con tanto di coltello serramanico e tirapugni metallico.

I fatti. “Nella tarda mattinata del 13 febbraio 2020 – spiegano dal Comando provinciale dell’Arma – un operaio italiano di 33anni ha contattato il 112, comunicando che, poco prima, in via IV Novembre, a Crema, era stato oggetto di una tentata rapina impropria aggravata dall’uso delle armi, avvenuta ad opera di un gruppo di giovani i quali, dopo aver tentato di asportargli lo scooter Yamaha, per assicurarsi la fuga una volta scoperti, lo avevano minacciato con un coltello serramanico di grosse dimensioni e un tirapugni in metallo. Più precisamente l’uomo ha riferito telefonicamente che solo due degli appartenenti al gruppetto giovani, inizialmente formato da quattro ragazzi, si erano resi responsabili dell’atto delittuoso”.

La centrale operativa allertava le pattuglie che si mettevano alla caccia dei malfattori. I ragazzi venivano individuati nei pressi di una panchina all0’altezza della ciclopedonale che collega via IV Novembre con il quartiere di Castelnuovo. “Per evitare la possibile fuga dei ragazzi si avvicinava dapprima il personale in abiti borghesi e pochi secondi dopo la pattuglia in divisa. I quattro, tutti minorenni, venivano identificati. Sottoposti a perquisizione personale due di loro venivano trovati in possesso del tirapugni e del coltello, oltre che di marijuana asseritamente detenuta a uso personale.”

Tutti i fermati venivano quindi accompagnati presso gli Uffici della Compagnia Carabinieri di Crema per il seguito di indagine. Riconosciuti dalla parte offesa, i due protagonisti della rapina sono stati tratti in arresto. Dopo aver convalidato il fermo il Tribunale di Brescia applicava per la coppia di minori la misura cautelare della collocazione presso una comunità di Brescia.