MONTE CREMASCO – Polizia locale: un bando regionale per nuove strumentazioni per maggior sicurezza e cont

Monte Cremasco
L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Lupo Stanghellini ha deliberato di partecipare a un bando regionale per l’acquisto di dotazioni tecnico/strumentali consolidate o di tecnologie innovative, da destinare alla Polizia Locale.
Nella relazione illustrativa del progetto “Acquisizione nuove dotazioni strumentali per il servizio di polizia locale e per l’insegnamento dell’educazione stradale nelle scuole” redatto dal Sovr. di Polizia Locale Augusto Sponchioni, si richiede il cofinanziamento per l’acquisto di fototrappole, body cam, dashcam e materiale didattico per l’insegnamento della sicurezza stradale nelle scuole.
La finalità e l’obiettivo del progetto è di proseguire l’attività già svolta negli anni passati e di dare risposta a un bisogno di sicurezza sempre più espresso dalla cittadinanza: è quindi finalizzato ad assicurare un controllo del territorio più capillare e una maggiore tutela dei cittadini, una migliore qualità della vita attraverso azioni di controllo del territorio, di prevenzione, di riduzione dei rischi e focalizzando l’attenzione su attività rivolte non solo alla repressione dei fatti illeciti bensì al controllo e alla prevenzione. Tale finalità sarà perseguita anche promovendo e ricercando il coordinamento con le altre forze di polizia per incrementare il livello di sicurezza urbana, educare alla legalità, allo sviluppo di un’ordinata e civile convivenza e al miglioramento della sicurezza stradale.
Inoltre, si intende contribuire a sviluppare politiche di sicurezza urbana e di tutela dell’ambiente per prevenire fenomeni di degrado urbano e di inciviltà, in rapporto alle peculiari caratteristiche e problematicità rilevate nel territorio muccese con l’intento di diminuire i quantitativi di rifiuti abbandonati.
Il bando prevede il cofinanziamento di Regione Lombardia per dotazioni tecnico strumentali e veicoli delle polizie locali che arriva a coprire l’80% del progetto validato; quello presentato dal Comune ha un costo stimato di 7.020,12 euro (iva inclusa), di cui 5.616,10 euro come quota di cofinanziamento (80%) e 1.404,02 euro come importo a carico dell’Ente (20%).
La richiesta è già stata inoltrata alla Regione: adesso è atteso l’esito per dare esecutività a quanto deliberato.