25 gennaio 2018-2020: oggi la commemorazione delle vittime dell’incidente ferroviario a Pioltello

Treno Nord
Foto Comitato Pendolari Cremaschi (Pioltello, foto di repertorio)
25 gennaio 2018. Una giornata apparentemente come molte altre, che in realtà sarà per sempre impressa nella mente di molti cremaschi.Mancavano pochi minuti alle sette, quando il treno regionale 10452, da Cremona diretto a Milano Porta Garibaldi e pieno di pendolari, deragliò a Pioltello. Il mezzo stava viaggiando a poco più di 130 km/h, velocità nel limite consentito, e all’improvviso tre vagoni fuoriuscirono dai binari e finirono con l’accartocciarsi dopo aver colpito un palo della luce. Una mancata manutenzione è la causa resa nota in seguito a un’indagine che ha permesso di ricostruire quanto accaduto. Il bilancio dell’incidente è di tre morti – Giuseppina Pirri di Capralba, Ida Milesi e Pierangela Tadini di Caravaggio – e di una cinquantina circa di feriti, tra questi chi lievemente, chi gravemente. Tutti però, con delle cicatrici nell’animo perché impensabile che si possa perdere la vita andando a lavorare o a studiare con mezzi pubblici.

Oggi, sabato 25 gennaio, a distanza di due anni da tutto ciò, il Comitato Pendolari Cremasco e i sindaci dell’asta ferroviaria interessata, in particolare il primo cittadino di Caravaggio Claudio Bolandrini e di Capralba Damiano Cattaneo, hanno organizzato una commemorazione.
Un appuntamento che, come ha sottolineato lo stesso Bolandrini, vuole ricordare le tre donne che hanno perso la vita “facendo sentire ai familiari l’immutato cordoglio e a quanti viaggiavano con loro su quel treno solidarietà e affetto”.

La manifestazione – dal titolo #intrenoconnoi2020 Per non dimenticare, per chiedere verità, giustizia e sicurezza – avrà inizio alle ore 9.15 con il ritrovo presso la stazione ferroviaria di Capralba. Da lì partenza in treno per Caravaggio, dalla cui stazione un corteo si snoderà fino al memoriale di Largo Cavenaghi dove avrà luogo una commemorazione civile. A seguire, per volontà dei familiari, nella chiesa parrocchiale di Ss. Fermo e Rustico don Angelo Lanzeni celebrerà una santa Messa in suffragio delle tre donne.