Romanengo – Furti sventati, tre romeni deferiti

Gli arnesi atti allo scasso sequestrati a Romanengo dai Carabinieri

Il dispositivo di prevenzione furti messo in atto dal Comando Compagnia dei Carabinieri ha dato i suoi frutti. Nel pomeriggio di ieri, i militari della stazione dell’Arma di Romanengo, hanno infatti sventato sul nascere un’azione predatoria.
“In servizio di controllo del territorio per la prevenzione e la repressione dei reati predatori, in particolare i furti in abitazione e presso le ditte – spiegano dal COmando Provinciale dei Cc – la pattuglia, transitando nella zona industriale di Romanengo, ha notato un autocarro Mercedes Vito, con a bordo tre persone, aggirarsi tra le varie aziende. Il conducente dell’autovettura, accortosi della presenza dei Carabinieri, con una manovra repentina, tentava di allontanarsi per eludere il controllo. Prontamente gli agenti si sono posti all’inseguimento del mezzo riuscendo a bloccarlo immediatamente. I tre occupanti, identificati per B.A. di anni 39, H.R.F. di anni 41 pregiudicati per reati contro il patrimonio e I.A.V. di anni 21, incensurato, sono stati sottoposti a perquisizione personale, estesa anche al veicolo”.
Durante verifiche e accertamenti i militari hanno rinvenuto alcuni arnesi atti allo scasso: due tronchesi, due cutter con relative lame, un seghetto per taglio ferro, detenuti senza giustificato motivo. Il tutto è stato sottoposto a sequestro e i tre soggetti, cittadini romeni, residenti nella Provincia di Cremona, sono stati accompagnati presso gli uffici della stazione dei Cc di Romanengo per la formalizzazione della denuncia per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.