OSPEDALE MAGGIORE – Primo intervento di Endoprotesi aortica finestrata a Crema

Gli aneurismi dell’aorta addominale sottorenale vengono da tempo trattati all’Ospedale Maggiore di Crema sia con tecnica classica aperta, sia con tecnica endovascolare mini invasiva.

Diverso è il trattamento degli aneurismi aortici che coinvolgono le arterie renali e le arterie viscerali. Questi aneurismi richiedono un trattamento più aggressivo con chiusura (clampaggio) temporanea dell’aorta al di sopra delle arterie renali e viscerali determinando ischemia degli organi.

Non tutti i pazienti sono in grado di sopportare questa tecnica chirurgica. Le nuove tecnologie permettono l’utilizzo di endoprotesi definite “fenestrate”: si tratta di protesi costruite su misura per il paziente che presentano dei fori all’interno dei quali vengono inseriti uno o più stent che permettono di mantenere il flusso di sangue nelle arterie renali e viscerali.

Tali interventi, eseguiti per via endovascolare – cioè senza apertura dell’addome ma solo con accessi arteriosi all’inguine – sono possibili solamente dove esistono competenze di Chirurgia Vascolare e di Radiologia Interventistica di alto livello con apparecchiature dedicate. Grazie a tutti questi fattori, è stato eseguito per la prima volta, nel mese di dicembre 2019, questo tipo di intervento dalle équipe di Chirurgia Vascolare e Radiologia Interventistica dell’Asst di Crema. L’intervento ha avuto successo e il paziente è stato regolarmente dimesso in ottime condizioni.

Tale intervento dimostra un costante miglioramento dell’offerta terapeutica dell’Asst di Crema al territorio, dando la possibilità ai pazienti di essere trattati con successo per questa patologia senza essere costretti a rivolgersi a centri di Chirurgia Vascolare di terzo livello del territorio milanese.

Équipe Medica Chirurgia Vascolare: dott. Aldo Arzini, dott. Luca Boccalon, dott. Domenico Antonio Diaco.

Équipe Medica Radiologia Interventistica: dott. Angelo Spinazzola, dott. Riccardo Foà, dott. Giovanni Leati.