OFFANENGO – Da 50 anni i volontari della parrocchia si occupano della raccolta di carta, sostenendo il Gruppo Missionario

Offanengo
Foto di gruppo dei volontari offanenghesi negli anni Settanta
Unica realtà dell’intera diocesi di Crema, la raccolta di carta affidata ai volontari della parrocchia “resiste” a Offanengo da 50 anni. Un’attività importante, significativa che il vescovo Daniele ha voluto “toccare con mano” direttamente partecipando a una bella serata, alcune settimane fa, presso l’oratorio offanenghese dove ha così potuto conoscere i giovani che si occupano della raccolta carta i cui introiti vanno al Gruppo Missionario del paese. Attualmente il responsabile del gruppo è Andrea Rizzetti. Presente alla serata anche Enrico Fantoni, direttore dell’Ufficio diocesano Migrantes e Missioni.
Per l’occasione sono stati allestiti anche dei cartelloni con le fotografie di questa lunga storia di volontariato iniziata negli anni Settanta per realizzare il villaggio per i poveri in Mozambico, su iniziativa di padre Forner (i giovani di allora avevano anche organizzato una marcia di sensibilizzazione tra Offanengo, Crema e Izano) e che ha aiutato, nel corso di 50 anni, i missionari offanenghesi sparsi nel mondo.
Attualmente il Gruppo Missionario, che si avvale dei fondi ottenuti dalla raccolta dalla carta, segue le missioni della suora paolina Clara Zaniboni a Nairobi e, sempre in Kenya, quella di padre Angelo Riboli.
Durante la serata Chiara Ziglioli ha illustrato la sua esperienza estiva tra i bambini del Senegal.
Alcuni dati. Nel corso del 2019 sono stati raccolti raccolti 200.740 Kg di carta per un totale di 6.023,00 euro. Di questi, il Gruppo Missionario ha deciso di destinarne 1.000 per contribuire al riordino del tetto della chiesa di San Rocco.
La raccolta carta si avvale di una convenzione con il Comune e con la parrocchia, retta ora dal parroco don Gian Battista Strada, intervenuto alla serata, molto ben riuscita – anche grazie all’ottima cena – e che ha avvicinato una preziosa realtà di volontariato, così convinta e attiva, alla sua diocesi.