CREMA – La pazzia di Isabella, domenica la “Commedia dell’arte” sul palco del San Domenico

Domani domenica 12 gennaio, alle ore 17, presso il teatro cittadino, un titolo importante: La pazzia di Isabella, vita e morte dei Comici Gelosi; testo, interpretazione e regia Elena Bucci e Marco Sgrosso, consulenza alla drammaturgia Gerardo Guccini, maschere Stefano Perocco di Meduna. 

L’idea di “rievocare” sulle tavole di un palcoscenico due personaggi mitici nella storia del teatro come Isabella e Francesco Andreini è parsa alla compagnia un’occasione importante e addirittura necessaria per riflettere sulle radici stesse dell’arte dell’attore, sul senso più profondo di questa professione, sul fascino e sulla forza misteriosi di un ‘mestiere’ che riesce a tramandarsi nei secoli nonostante il suo carattere effimero. Pure, le notizie biografiche su Isabella e Francesco sono poche e scarne, ed è difficile ricostruire e capire cosa e come recitassero, nonostante l’ampia mole di scritti tramandataci dal meticoloso lavoro di raccolta di Francesco dopo l’improvvisa e prematura morte della moglie a Lione durante il viaggio di ritorno da una tournèe in Francia. La descrizione entusiasticamente ammirata dei testimoni della famosa Pazzia di Isabella – assai più delle Lettere, delle Rime e delle Commedie di cui ella fu autrice – consentono uno squarcio di immaginazione sulla forza scenica quasi ipnotica di questa attrice “cittadina del  mondo” che – antesignana di Eleonora Duse – seppe essere innovativa e rivoluzionaria,  pur nel pieno rispetto della grande tradizione degli Attori dell’Arte del suo tempo.  Biglietti: 35/30/23//21/16 euro.