EDILIZIA SCOLASTICA – Coti Zelati (La Sinistra), dopo alcuni sopralluoghi del suo “tour”, boccia il Comune

“Si apprende dalla stampa che il Comune di Crema spenderà 300.000 euro per l’illuminazione dello stadio Voltini in seguito alla promozione del Pergo. Siamo lieti per la squadra di calcio e riteniamo che sia certamente un valore aggiunto per la città, ma crediamo che le priorità siano altre. È incredibile quello che sta emergendo durante il giro di sopralluoghi che, come consigliere comunale, sto effettuando presso le scuole (materne, elementari e medie inferiori), per le quali il Comune di Crema ha la responsabilità della manutenzione”, afferma il consigliere Emanuele Coti Zelati.

“In pochi mesi l’amministrazione Bonaldi è riuscita a trovare i soldi per l’illuminazione (perché la FIGC impone una scadenza di adeguamento a febbraio 2020), ma a nulla sono serviti fino a ora i solleciti e le richieste che vengono dalle scuole. A oggi appare incredibile quello che sta avvenendo, ad esempio, alle scuola secondaria ‘Galmozzi’: secondo il responsabile della sicurezza la recinzione della scuola è ‘pericolante e pericolosamente inclinata verso il giardino della scuola’: stiamo parlando di una recinzione in mattoni alta circa tre metri e lunga 150! Si aspetta forse che crolli addosso a qualche ragazzino o a qualche auto parcheggiata nella via?!”, si chiede ancora il consigliere.

“Oppure, sempre alle Galmozzi, il percorso protetto per il collegamento al blocco mensa presenta ‘numerosi buchi ed avvallamenti della pavimentazione’ oltre che ‘ammaloramento dell’intonaco del soffitto, con porzioni in completo distacco e pericolanti’. Tutto ciò compromette la sicurezza? La risposta sta nel fatto che l’RSPP ordinerà il non utilizzo del percorso! Da quando sono in atto le segnalazioni da parte della scuola al Comune? Dal 2016!”.

Per l’esponente politico de La Sinistra “l’assessore Attilio Galmozzi ripeterà che va tutto bene, che hanno stanziato già tutti i soldi e che non c’è da preoccuparsi, ma non è così. Dirà Galmozzi che è tutto in via di risoluzione, ma a oggi non ci sono risposte alle richieste delle scuole e non ci sono denari per situazioni incredibili e pericolose che non si sarebbero verificate se si fosse intervenuti per tempo. Galmozzi si sbrighi e intervenga subito! Il mio giro di sopralluoghi non è finito, spero ovviamente di trovare tutto in ordine anche se temo che non sarà così. Nel frattempo si ringraziano i cittadini che continuano a scriverci a segnalazioni@cotizelati.it”.

Domani sul giornale ampio approfondimento del tema.