VEGLIA DELLA PACE SULLE ORME DI PAPA FRANCESCO

Veglia per la pace ieri sera alle 21 in cattedrale, presieduta dal vescovo Daniele. Una veglia che ha percorso il messaggio di papa Francesco per la 53° Giornata della Pace che si celebra oggi in tutta la Chiesa, sul tema: La pace cammino di speranza: dialogo, riconciliazione e conversione ecologia. La liturgia è iniziata con l’esposizione del SS. Sacramento ed è proseguita con la lettura di ampi stralci del messaggio del Papa intercalati con canti e invocazioni. Al Vangelo è stato letto il brano delle Beatitudini, cui è seguito l’intervento del vescovo Daniele. 

“Facciamo la pace – ha detto mons. Gianotti – facciamola ora, concretamente. Tre le strade che indica papà Francesco per realizzarla: il dialogo, la riconciliazione e la conversione ecologica.

Non solo a livello di rapporti sociali e internazionali, “ma anche nella vita di tutti i giorni possono esserci difficoltà e divisioni. Per questo dobbiamo coltivare il dialogo, l’ascolto reciproco come il papa indica per i governanti.”

“E dobbiamo avere speranza in tal senso”, ha continuato mons. Gianotti. Ed ha continuato riferendosi al nostro Paese: “Dell’invito alla speranza abbiamo bisogno noi qui in Italia. Siamo in un momento della storia difficile, sembra che non risolviamo mai i nostri problemi, con lo scoraggiamento arriva l’incapacità di parlarsi, ci siamo lasciati condurre dalla paura, dal rancore, da gruppi contrapposti. Abbiamo quindi sempre più bisogno di speranza. Beati quelli che fanno la pace, adesso, qui, in questo mondo. Poniamo la nostra speranza in Dio e chiediamogli che ci dia la possibilità di fare la pace in questo tempo che ci dona.”