BAGNOLO CREMASCO – Nel 2019 ben sette le aree verdi rimesse a posto

Bagnolo cremasco
Tra le belle notizie di questa fine d’anno, un nuovo intervento alle aree verdi del paese con i lavori al parco di via Majorana, tornato a splendere come altre zone del paese.
Con questo intervento sono sette le aree verdi rimesse a posto nel corso del 2019. Davvero niente male per il primo anno di governo. I componenti del gruppo Prima Bagnolo, alla guida del paese con il sindaco Paolo Aiolfi, avevano stanziato 30.000 euro aggiuntivi per quanto concerne lo sfalcio dell’erba, le potature delle piante e lavori vari nelle proprietà comunali.
Una scelta che non aveva convinto pienamente la minoranza di “Progetto Bagnolo”, in effetti quasi mai allineata alle scelte di chi è al governo. Ma l’amministrazione leghista ha tirato dritto, convinta che i parchetti del paese dovessero tornare a essere luoghi di scambio e incontro per famiglie e bambini, specie nella bella stagione. I lavori al parco di via Majorana erano attesi e nel corso dell’anno chi è al governo è riuscito a metterci mano. Di recente l’operazione ha avuto luogo con la sistemazione e cura del verde, ma non solo.
Nell’area ha trovato posto anche l’installazione di un nuovo impianto di illuminazione, per mettere in sicurezza la zona anche nelle ore serali.
Come detto sono state sette le opere di questo genere portate a compimento nell’anno che sta per concludersi: i parchi di via Sarajevo, via Pianette, nella frazione di Gattolino, in vicolo Cortazza, in via De Amicis, presso l’asilo nido, e anche la ciclabile lungo via Milano. L’auspicio, ora, è che il nuovo anno prosegua sulla stessa rotta, magari con una bella stretta di mano tra amministrazione e opposizione. Da tempo la Giunta, infatti, auspica un cambio d’atteggiamento del gruppo che ha governato sino a ieri, chiedendo collaborazione e non solo critiche a 360°.