POSTE ITALIANE – Nel 2019 sono stati 10 gli Atm Postamat installati tra Cremasco e Cremonese

Sono 10 gli ATM Postamat di ultima generazione installati in provincia di Cremona nel 2019. Nel quadro del più ampio progetto che ha l’obiettivo di estendere la presenza capillare dell’Azienda sul territorio per andare incontro alle esigenze delle piccole comunità locali, Poste Italiane ha installato 2 nuovi ATM Postamat in località dove è già presente l’Ufficio Postale (Salvirola e Torricella Del Pizzo), potenziando il servizio già erogato, e 6 in Comuni privi di Ufficio Postale (Campagnola Cremasca, Castel Gabbiano, Gerre De’ Caprioli, Pieranica, Quintano e Tornata) per andare a raggiungere tutte le comunità della provincia. Nel corso dell’anno, inoltre, nel piano di continuo ammodernamento della propria rete infrastrutturale, Poste ha provveduto a sostituire 2 ATM nei Comuni di Bagnolo Cremasco e Piadena Drizzona.

Tutte le installazioni sono parte del programma di “impegni” per i Comuni italiani con meno di 5.000 abitanti ribadito dall’Amministratore Delegato, Matteo Del Fante, in occasione della seconda edizione dell’incontro con i “Sindaci d’Italia” del 28 ottobre scorso a Roma, e sono coerenti con la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio e con l’attenzione che da sempre l’Azienda riserva alle comunità locali e alle aree meno densamente popolate.

I nuovi ATM Postamat consentono di effettuare operazioni di prelievo di denaro contante, interrogazioni su saldo e lista dei movimenti, ricariche telefoniche e di carte Postepay, accanto al pagamento delle principali utenze e dei bollettini di conto corrente postale. I nuovi Postamat di ultima generazione possono essere utilizzati dai correntisti BancoPosta titolari di carta Postamat-Maestro e dai titolari di carte di credito dei maggiori circuiti internazionali, oltre che dai possessori di carte Postepay. Gli sportelli sono anche dotati di monitor digitale ad elevata luminosità e di dispositivi di sicurezza innovativi, tra i quali una soluzione anti-skimming capace di prevenire la clonazione di carte di credito e un sistema di macchiatura delle banconote.

 

Le iniziative sono coerenti con i principi ESG sull’ambiente, il sociale e il governo di impresa, rispettati dalle aziende socialmente responsabili, che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del Paese.