CONSIGLIO COMUNALE – 2020, Bilancio in controtendenza: opere e assunzioni

Punto focale del Consiglio comunale di ieri sera, anche se trattato alla fine della seduta, è stata presentazione del Documento Unico di Programmazione (Dup) e del Bilancio di previsione dell’esercizio 2020-2022.

“Per il terzo anno consecutivo siamo lieti di poter presentare questa proposta di Bilancio 2020- 2022 con anticipo rispetto alla passata tempistica d’approvazione, con la volontà di rendere il documento pienamente operativo da fine gennaio 2020”, ha detto il sindaco Stefania Bonaldi. 

Le tasse restano invariate, senza alcun taglio ai servizi resi alla comunità, con l’ente sul pezzo anche per quanto concerne la riduzione del debito del Comune (dai 49 milioni del 2008 ai 23 previsti del 2020). Buone notizie anche nel capitolo investimenti. “Dopo alcuni anni di magra, il Bilancio comunale registra inversioni di tendenza, per le modifiche delle regole a livello nazionale apportate dal 2016 in poi, regole che consentono l’impiego dell’avanzo di amministrazione. Va da sé che la finanziabilità di molti interventi attualmente previsti nel ‘Piano delle Opere Pubbliche’ sostenuti da alienazioni, sarà resa effettiva con queste risorse. Ma si continuerà, nel corso del 2020, nella ricerca di bandi e finanziamenti per reperire le risorse”.

Pur confermando nel 2020 – come ha detto anche la Fontana – “una situazione contingente di sofferenza per i Bilanci comunali per quanto riguarda la spesa corrente, circostanza cui anche il nostro bilancio non sfugge”. Questi numeri dello strumento contabile: entrata di parte corrente pari a 36.588.833,84 euro, spesa per 35.017.371,88 euro, con 2.197.461,96 di oneri per rimborso prestiti e mutui. 

Articolo completo sul giornale di domani in edicola.