CREMA – Ospedale Maggiore: donazione dell’Anmil a favore delle Cure Palliative

La consegna dell'assegno da parte dell'Anmil oggi in ospedale

Il gruppo Anmil (Associazione nazionale mutilati e invalidi sul lavoro) di Crema ha donato all’Unità operativa di Cure Palliative dell’Ospedale Maggiore un contributo di 1.500 euro. La donazione – con tanto di grande assegno – è stata ufficializzata nel pomeriggio odierno in Direzione Generale, dove sono intervenuti il direttore generale dell’Asst dottor Germano Pellegata con il direttore amministrativo dottoressa Maurizia Ficarelli e il direttore sociosanitario dottor Pier Mauro Sala, il direttore delle Cure Palliative dottor Sergio Defendi e per l’Anmil il presidente territoriale Mario Andrini con un bel gruppo di soci volontari. Presente anche il sindaco di Sergnano, Angelo Scarpelli.

La donazione è frutto di quanto raccolto proprio a Sergnano durante la recente Festa d’Autunno dove, presso lo stand dell’Anmil, paniettieri in pensione hanno venduto pizzette, focacce, pane…

Il dottor Defendi, ringraziando per il contributo, ha ricordato che le Cure Palliative hanno seguito a domicilio quest’anno 400 pazienti di ogni età, oncologici e non, l’80% dei quali decide di morire a casa propria: ciò comporta una forte presenza dell’équipe a fianco dei familiari. Quanto ricevuto serve quindi per continuare a formare persone competenti che offrono un supporto medico, infermieristico, psicologico e anche sociale.

Il direttore generale dottor Pellegata ha definito le Cure Palliative un’eccellenza del nostro ospedale e un esempio nell’ambito della presa in carico di pazienti con difficoltà. Ringraziando per la donazione, ha quindi sottolineato la positività della forte presenza a Crema e nel Cremasco di una rete di volontariato sempre pronta a offrire contributi e a sostere spesso lo stesso Ospedale Maggiore nei suoi percorsi di cura e nell’acquisizione di nuove tecnologie.