Calcio a 5: black out Videoton che va ko in Sardegna

Così non va. La prima squadra del Videoton stecca la trasferta in Sardegna: avanti per 0-3 a 10 minuti dalla sirena, i cremaschi sembrano avere il pieno controllo del match con l’Ossi, fanalino di coda a quota zero punti, ma il black-out finale permette una clamorosa rimonta e costa un ko pesantissimo. Il successo dell’Ossi, al primo risultato utile in campionato, riapre i giochi salvezza: passare dal potenziale +12 che avrebbe portato il successo al +6 reale sull’ultimo posto rappresenta un brutto colpo per il Vidi. “Sono molto deluso dalla gara di oggi: a inizio stagione avevamo chiesto una stagione di maturità che ancora non c’è stata”, ha detto il presidente Igor Severgnini, “Prestazioni alterne ed errori individuali ci stanno condizionando: ognuno deve fare mea culpa e pensare a dare il meglio di sé. Bisogna solo pensare a lavorare per uscire da questa situazione. Ho sempre creduto e credo fortemente in questo gruppo, ma ogni elemento deve dimostrare di dare il massimo, sempre: abbiamo bisogno di una reazione da uomini veri e sono fiducioso che tutti vorranno riscattarsi presto. Le qualità tecniche e umane ci sono, ma adesso è ora di dimostrarlo sul campo”. La gara era iniziata nel migliore dei modi per i rossoblù, che grazie al vantaggio immediato di Porceddu e al raddoppio di Ghezzi al 9′ del primo tempo avevano potuto rientrare negli spogliatoi sul parziale di 0-2. In avvio di ripresa l’Ossi mostrava segnali di ripresa con un miglior approccio, ma il Videoton calava il tris con lo 0-3 di Rrotani. Il terzo gol ha però l’effetto di destare definitivamente i sardi e sopire i cremaschi: a metà rpresa una punizione permette all’Ossi di accorciare sull’1-3. L’inerzia sembra rovesciarsi e i rossoblù tremano quando raggiungono il 6° fallo, che permette ai sardi di trovare il 2-3 dal tiro libero. L’Ossi non molla e, anzi, rilancia: i padroni di casa scelgono il portiere di movimento e trovano il 3-3. Il Videoton prova a scuotersi dopo il black-out: mister De Ieso sceglie a sua volta il portiere di movimento per provare a centrare il successo, ma i sardi insaccano il 4-3 a porta vuota. Resta ora un solo match prima del termine del girone d’andata: Sabato 14 Dicembre, alla palestra “Alina Donati De Conti”, ecco l’ora del riscatto. Il Videoton ospiterà il Real Cornaredo per un match che dovrà necessariamente mostrare una svolta a livello di prestazione: kick-off ore 16.00.

Non brilla nemmeno il New Vidi Team, che incappa in un ko casalingo: l’Ambrosiana si impone con un netto 0-3, facendo prevalere il miglior fraseggio. L’inizio della gara, a onor del vero, è molto equilibrato: i rossoblù di mister Serina si difendono bene, ma non trovano il blitz vincente in avanti e gli ospiti sbloccano il punteggio con un rimpallo, raddoppiando invece con un’azione ben manovrata allo scadere del primo tempo. I cremaschi provano a ribaltare il match nella ripresa, ma senza riuscirci e l’Ambrosiana cala il definitivo tris. La testa vola già all’impegno sul campo del Bocconi Sport Team: Venerdì 13 Dicembre, in barba alla scaramanzia, i cremaschi proveranno a fermare gli universitari milanesi. Il prossimo weekend vedrà anche il ritorno in campo dell’Under 19 del Videoton: dopo la scorpacciata di emozioni, tra il primo posto in campionato e la qualificazione agli Ottavi di Finale di Coppa Italia, i giovani rampanti cremaschi sono pronti per l’inizio del girone di ritorno.Domenica 15 Dicembre, alle ore 11, l’Under 19 rossoblù ospiterà il Real Cornaredo, a poche ore di distanza dal match tra le due prime squadre, sempre alla Palestra “Toffetti”.