Crema – Esagitato in ospedale, calmato a fatica dalla Polizia e arrestato

Ospedale ingresso

Da in escandescenze all’Ospedale di Crema dove semina scompiglio; arrestato dalla Polizia finisce davanti al giudice. Protagonista un 48enne egiziano residente in provincia.

L’episodio risale al pomeriggio di giovedì quando dal Pronto Soccorso del nosocomio cittadino è partita una chiamata alla polizia per segnalare la presenza di uno straniero che non voleva lasciare il reparto, nonostante non fosse bisognoso di cure.
“L’uomo, che era stato invitato più volte a lasciare la struttura – spiega il vicequestore Daniel Segre – aveva risposto con continui insulti al personale sanitario e si è rifiutato a più riprese di lasciare il posto letto che aveva impropriamente occupato; all’arrivo degli operatori della Polizia di Stato, non solo non si è calmato, ma ha dato in escandescenze, insultando anche i poliziotti e, afferrato repentinamente un sostegno per la flebo, scagliandosi contro di loro brandendo l’arma improvvisata.
Gli agenti sono riusciti a immobilizzare l’esagitato a fatica, per evitare di colpirlo, riuscendo infine ad ammanettarlo e a trarlo in arresto per il reato di resistenza e violenza a pubblico ufficiale”.

Dopo una notte passata a sbollire i fumi delle sue ire, l’uomo è stato portato in Tribunale a Cremona per rispondere dei suoi reati davanti al giudice con rito direttissimo.