NATALE IN CITTÀ – Sarà una grande festa: tradizione, cultura e solidarietà in scena

Sarà un grande Natale, quello cremasco. Tradizione e solidarietà, economia e turismo, ma anche tanta cultura gli ingredienti della festa più bella dell’anno.

Ieri la presentazione delle tantissime iniziative in Comune, dopo che nei giorni scorsi era comparso il grande albero in piazza Garibaldi, nuova location scelta per il 2019, per valorizzare la riqualificazione appena conclusa. L’abete addobbato (13 metri 80 centimetri d’altezza) sarà inaugurato alle 17 di domenica 1° dicembre con il concerto del “Rojoicing gospel cori” di Alba (anche in caso di pioggia); cioccolata e vin burle per tutti, offerti dal Comune. Tra le autorità, con sindaco e Giunta, sarà presente il vescovo Daniele. Lo ha annunciato l’assessore Matteo Gramignoli, circondato dai colleghi di Giunta Emanuela Nichetti e Michele Gennuso durante la presentazione.
Domenica 8 dicembre, invece, alle 16.30 piazza Duomo ospiterà il concerto del gruppo romagnolo “Hbh Show Band” e un repertorio di note natalizie degli anni ’60-’90 (cioccolata e vin burle gratuiti saranno ancora a disposizione). Domenica 15 dicembre (dalle 17), ancora in piazza Garibaldi, concerto della G.V. band di Castelleone. Questi sono solo i “maxi eventi”, ma ci sono giornate con moltissima carne al fuoco e iniziative che si sovrappongono. Crema, come sempre, è viva e ha tanto da trasmettere! Il Natale “comunale” arriverà quest’anno anche nei quartieri, toccando così pure l’aspetto sociale. In sinergia con Acli, Arci e Consulta dei Giovani è in preparazione in quattro quartieri (dove è attivo lo spazio compiti, due volte la settimana), un laboratorio dedicato agli addobbi. Arriverà anche un albero per ciascuna zona, che poi sarà qui piantumato. Pantelù e Caritas faranno la loro parte, così come Pro Loco, presepe dei Sabbioni e associazioni.

Articolo completo sul giornale di domani.