MONTODINE – Un allestimento per dire NO alla violenza sulle donne

Le scarpe rosse sul sagrato della chiesa di Montodine

Il 25 novembre è un giorno importante dedicato a un tema di enorme attualità: la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne che, da qualche tempo è sempre più al centro del dibattito pubblico. Il perché è presto detto: persino in un’epoca che si professa civilizzata come la nostra il fenomeno sta raggiungendo dimensioni che definire barbariche è poco, come possiamo vedere i dati dimostrano che la modernità è arrivata quasi in tutto: nella tecnologia, nei trasporti, nelle comunicazioni, nell’alimentazione, ma rapporti più civili tra i sessi sembrano essere ancora una conquista lontana.

Dai risultati statistici si evince che le forme di violenza sessuale, fisica, verbale, psichica, economica, subite dalle donne sono in numero sempre maggiore, la violenza di genere non è solo l’aggressione fisica di un uomo contro una donna, ma include anche vessazioni psicologiche, ricatti economici, minacce, violenze sessuali, persecuzioni, compiute da un uomo contro una donna in quanto donna. A volte sfocia, nella sua forma più estrema, in “femminicidio”.

“Il Comune di Montodine, sensibile al problema – spiega il sindaco Alessandro Pandini – come ogni anno persegue il contrasto al fenomeno della violenza con un allestimento nella piazza del Comune, un ricordo che per quanto breve, servirà a non dimenticare i nomi, i volti e le storie delle donne uccise in questi anni, nello specifico tutte le vittime del 2019. Ringrazio i consiglieri comunali Severgnini Maria Giovanna e Allocchio Attilia Rosa che hanno seguito tutto l’allestimento, dal recupero scarpe all’esposizione; un particolare ringraziamento alla Verniciatura di Bianchi Pier Guido & C, per la verniciatura delle scarpe rosse, alla Parrocchia di Montodine per il posto dell’allestimento: il sagrato della chiesa parrocchiale. W tutte le donne del mondo”.