NASSIRIYA – Commemorazione in città per le diciannove vittime, “eroi della Patria”

Era 12 novembre 2003 quando un camion imbottito di esplosivo, a tutta velocità, sferrò un attacco alla base di Nassiriya, uccidendo diciannove italiani – dodici carabinieri, cinque soldati e due civili – impegnati in una missione di pace.

Con gli occhi rivolti al cielo e il ricordo della strage ancora vivo, in tutta Italia sono state organizzate manifestazioni per non dimenticare e ribadire l’esempio fornito da questi “eroi della pace e della Patria”. Anche Crema, ieri, nel giorno della ricorrenza, ha fatto la sua parte. Il Comitato di Coordinamento delle Associazioni Combattentistiche, d’Arma, di Servizio e di Categoria – presieduto da Fabiano Gerevini – per il 16° anniversario della triste ricorrenza ha organizzato una cerimonia presso il nuovo monumento ai Caduti di Nassiriya, inaugurato a fine settembre in piazzale Rimembranze. S’è dunque trattato della prima volta per questa commemorazione, fino all’anno scorso celebrata solo in chiesa. Tante le autorità, sia civili che militari, presenti alla posa della corona d’alloro e alla successiva Messa in San Benedetto.

Articolo completo sul giornale di sabato in edicola.