PONTE VIA CADORNA – Monitoraggio affidato al Poitecnico di Milano

Il maltempo della scorsa settimana, con i livelli del nostro fiume Serio costantemente sotto monitoraggio, ha riportato a galla il discorso legato allo stato del ponte di via Cadorna. Subito una precisazione: l’infrastruttura di ferro non è a rischio crollo, come aveva chiarito l’amministrazione qualche tempo fa. Ma con favore la cittadinanza coglierà la notizia dell’avvio dei lavori preparatori alla verifica di stabilità del ponte stesso. Rimosse le coperture dei basamenti del ponte, una ditta specializzata effettuerà radiografie par inquadrare lo stato di salute dell’opera idraulica.Non ci sono problemi di sicurezza, lo ribadiamo. Dopo la tragedia genovese del ponte Morandi, dell’agosto 2018, però, il consigliere d’opposizione del Polo Civico, Enrico Zucchi, aveva sollevato dubbi e mostrato, attraverso fotografie, il cattivo stato del nostro ponte. Di qui, con l’intervento dell’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Bergamaschi, l’incarico al dipartimento “Abc – Architettura, Ingegneria delle costruzioni e Ambiente costruito” del Politecnico di Milano, per collaborare al monitoraggio della condizione dei ponti e dei cavalcavia cremaschi.
Se è vero che l’Ufficio Tecnico Comunale provvede ai controlli, la sinergia col Politecnico contribuirà a lasciare tutti più tranquilli. Per ora, su incarico della Giunta, ci si è concentrati sull’infrastruttura di via Cadorna.