Offanengo – Al Museo si sforna pane

Don Pierluigi Ferrari e il panificatore bresciano

Il Museo della Civiltà Contadina di Offanengo ha organizzato un altro bel pomeriggio domenicale: don Pierluigi Ferrari, sacerdote ma anche ricercatore di storia locale, è nuovamente intervenuto presso il Museo per l’incontro dal titolo ‘I mülì, le grèmule, i fùrne da ‘na olta’. L’appuntamento ha visto anche l’intervento del panificatore bresciano, dell’omonima associazione, Vincenzo Conti che ha impastato tante forme di pane utilizzando la ‘grèmula’ conservata presso il Museo stesso.
Don Ferrari – introdotto dai volontari Antonia Bianchessi e Franco Vailati – ha esposto la storia del pane a partire dalla coltivazione del grano, la semina, la mietitura, la qualità del pane stesso (una volta il pane di segale, quello integrale… il pane ‘nero’ erano di seconda qualità rispetto al pane bianco, al contrario di ora), il rapporto con il mugnaio al quale i contadini affidavano il prezioso grano e il forno presente nei paesi per una cottura che era anche rito collettivo.

Leggi l’articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo in edicola