Crema – Furto d’auto con scanner, primo caso in città

La nuova frontiera dei furti d’auto ha segnato l’ingresso anche della città di Crema tra quelle nelle quali i ladri iper tecnologici hanno messo la loro bandierina. Nella giornata di ieri una Range Rover Evoque ultimo modello è stata rubata nel parcheggio dell’Ipercoop di Crema verosimilmente con la tecnica dello scanner. Almeno questo è quel che pensano le Forze dell’Ordine valutando l’accaduto.

La vettura è stata parcheggiata dalla proprietaria di primo mattino. Una puntata nel centro commerciale e all’uscita l’auto non c’era più. I predoni, molto probabilmente, sono riusciti a clonare con uno scanner il codice di apertura porte dell’auto e una volta all’interno della vettura con il nuovo sistema d’accensione senza chiave andarsene con la macchina è stato un gioco da ragazzi.

Immediatamente la segnalazione del furto subito è stata inoltrata alla Polizia. È partita la caccia all’auto che fino ad ora non avrebbe dato risultati. Utili alle indagini potrebbero risultare i varchi elettronici che riprendono il passaggio delle auto e segnalano in tempo reale il transito di vetture sospetto e/o segnalate.

Difficile difendersi da questi attacchi tecnologici dei ladri d’auto su commissione di ultimissima generazione, anche se c’è da dire che sulle ultimissime vetture di grand brand le chiavi elettroniche sono dotate di sistemi di protezione maggiormente sofisticati. Tre gli accorgimenti che si possono adottare: segnalare presenza sospette nei pressi della propria auto al momento del parcheggio o della risalita (perché è proprio quando si utilizza la chiave elettronica per aprire o chiudere il mezzo che lo scanner può carpirne i codici per poi trasferirli su altro dispositivo); cercare di tenere le chiavi in un astuccio schermato; a casa non mettere le chiavi nei pressi di porte o finestre attraverso le quali i malfattori possono carpire le frequenze radio e i codici delle smart key.