CESTINI QUIZ – Bilancio dell’iniziativa della Consulta Giovani dopo sei mesi di sperimentazione

Il problema dei mozziconi gettati a terra, brutti e dannosi per l’ambiente, affligge da sempre i centri abitati: la loro dimensione, per quanto piccola, genera molti problemi di rimozione. 

La Consulta dei Giovani di Crema, sei mesi fa, ha cercato di dare un contributo per convincere i fumatori a cambiare abitudine, prendendo spunto da un’iniziativa nata a Londra nel 2015 e da allora diffusasi in molte città del mondo. Punto di partenza è stata la Teoria Nudge, la “spinta gentile” finalizzata a invogliare il fumatore a un comportamento spontaneamente in linea con le regole.

L’obiettivo è stato raggiunto –anche se per ora solo parzialmente – attraverso l’installazione di alcuni cestini-quiz dedicati ai mozziconi di sigaretta; per ogni cestino una domanda e due risposte, con la possibilità di esprimere la propria preferenza semplicemente gettando il mozzicone nella colonna corrispondente. L’amministrazione comunale, in concerto con Linea Gestioni, ha da subito accolto con favore l’idea, provvedendo a installare 5 di questi cestini in tutta la città. A distanza di sei mesi, i primi risultati: da maggio a settembre i cestini hanno raccolto circa 3.000 mozziconi. Di per sé la quantità può non apparire consistente, ma il risultato c’è e si nota. Obiettivo di questa iniziativa, peraltro, non è solo la raccolta dei mozziconi, ma soprattutto incoraggiare un cambiamento di abitudini. Per questa ragione è coerente osservare nel tempo un numero sempre minore di mozziconi sparsi per la città e cestini mai colmi: grazie a un fumatore consapevole e spinto gentilmente a rispettare legge, ambiente e comunità. “

Come dico sempre, le principali sfide ambientali hanno a che fare con cambiamenti culturali: è troppo semplice puntare il dito contro il contesto, quando alla fine i consumatori con le loro scelte possono modificarlo profondamente”, commenta l’assessore all’Ambiente, Matteo Gramignoli. “Ho supportato l’iniziativa della Consulta sin dal principio e credo debba proseguire, magari traendo ispirazione da questa teoria della ‘spinta gentile’ per altre iniziative pro-ambiente”.