AVIS – La sezione di Crema incontra la comunità islamica

Con un incontro, venerdì 18 ottobre, è proseguito il percorso di sensibilizzazione ai valori della donazione del sangue che l’AVIS di Crema ha intrapreso con i responsabili della comunità islamica del Cremasco. Un progetto fortemente voluto da alcuni membri della comunità che hanno inteso partecipare più direttamente alla vita della società, aprendosi al mondo del volontariato e ai suoi valori in uno spirito costruttivo di rapporti aperti.

Il primo incontro pubblico nei locali della Comunità a Ombriano era avvenuto il 5 ottobre: il presidente Redondi e alcuni consiglieri avevano raccontato del lavoro di formazione e propaganda che la sezione svolge sul territorio, riassumendo i valori della donazione e gli aspetti pratici per aderire all’associazione. Si sono accennati i problemi sanitari che la trasfusione di sangue comporta.

Venerdì scorso presso la palestra Serio a Santa Maria, a un pubblico più vasto, in un clima partecipato è continuata la promozione. L’Iman della Comunità (già donatore) ha introdotto ai valori morali e sostanziali del gesto. Alcuni presenti erano già donatori, quindi sono stati illustrati gli aspetti soprattutto pratici e fondamentali: la sicurezza trasfusionale, la consapevolezza e responsabilità sanitaria del donatore, la buona conoscenza dell’italiano e i vantaggi per il donatore derivanti dal suo gesto volontario.

Momenti importanti di cultura alla salute e che daranno nel tempo risultati positivi per tutta la società.