MCL: Serata di apertura dell’anno sociale 2019-2020

Si è svolto venerdì 25 ottobre 2019 il momento di apertura dell’anno sociale 2019-2020 del MCL del territorio che ha visto la partecipazione di oltre un centinaio di dirigenti, soci e simpatizzanti del Movimento ad ogni livello di responsabilità. Come da tradizione la serata è iniziata con la Santa Messa , celebrata  dall’assistente ecclesiastico centrale Don Angelo Frassi quest’anno nella chiesa parrocchiale di Offanengo e concelebrata dagli assistenti ecclesiastici dei circoli MCL del territorio ; molto incisive le parole di Don Angelo che ha chiesto a tutti i convenuti un nuovo e ancor più vigoroso slancio di presenza cristiana di MCL nel sociale a partire nelle tante comunità del territorio dove siamo presenti per formare sempre più le coscienze dal basso secondo gli insegnamenti della dottrina sociale cristiana . Al termine della Santa Messa , momento conviviale insieme con l’intervento di saluto ai presenti da parte del presidente MCL del territorio Michele Fusari  che ha ringraziato ad uno ad uno Don Angelo e gli assistenti ecclesiastici presenti alla celebrazione della Santa Messa e tutti gli amici convenuti  per il loro ruolo di servizio e responsabilità che svolgono in MCL  che , grazie al contributo di tutti , è ulteriormente cresciuto in reputazione , radicamento e visibilità verso tutti gli attori dei territori operativi di competenza (che coprono geograficamente le diocesi di Crema, Cremona e Lodi)  che guardano al Movimento con sempre maggiore attenzione e voglia di creare sinergie e rapporti di collaborazione a servizio del bene della collettività.

 Il presidente , elogiando il lavoro quotidiano dei collaboratori e del team di consulenti e professionisti che operano nelle strutture operative del “sistema servizi MCL alla persona” di Crema , Cremona , Lodi e Spino d’Adda , ha dapprima posto l’attenzione sui ragguardevoli traguardi raggiunti in questi mesi – numero di soci tesserati nel 2019 sul territorio , pratiche elaborate dal sistema MCL dei servizi alla persona – sottolineando inoltre  la “non scontata” conferma in tenuta e radicamento sui servizi tradizionali e storici come il caf e il patronato ma anche la crescita di tutta quella gamma di nuovi servizi introdotti per stare al passo con i tempi. Anche l’adesione associativa 2019 ha mantenuto numeri importanti riuscendo il MCL nel suo complesso a tesserare 8000 soci su tutti i territori di competenza che coprono le Diocesi di Crema , Cremona e Lodi , 3000 dei quali sono soci tesserati tramite i circoli  dislocati nella varie parrocchie e comunità di riferimento grazie all’attento e costante lavoro dei dirigenti locali.

Il presidente Fusari , alla fine del suo intervento,  ha dato ampio spazio alla presentazione del programma formativo 2019-2020 del MCL del territorio riassunto nella brochure distribuita a tutti i presenti preparata dallo staff dei dirigenti dell’area operativa della formazione MCL insieme all’assistente ecclesiastico centrale Don Angelo Frassi : il programma riassume le date degli incontri di formazione , le giornate di ritiro spirituale programmate , i pellegrinaggi calendarizzati nell’anno sociale 2019-2020 ei temi scelti per le conferenze nei circoli a disposizione di tutte le comunità di riferimento.

La serata è stata anche l’occasione per presentare a tutti i convenuti il nuovo segretario MCL del territorio , Elena Boffelli , eletta qualche settimana fa negli organismi e che ha già iniziato con slancio il percorso in questo nuovo ruolo.

“Anche quest’anno abbiamo aperto l’anno carichi di buone prospettive per il futuro – ci racconta il presidente MCL del territorio Michele Fusari  forti di quello abbiamo fatto in questi anni , davvero tanto , ma soprattutto motivati a continuare tutti insieme , con grande passione e spirito di servizio , la nostra storia che , anche nei nostri territori , raggiungerà il prossimo 08 dicembre 2019 i 47 anni di presenza come corpo intermedio cristiano che continua con orgoglio a voler camminare fianco a fianco alla società. Abbiamo inoltre continuato la felice intuizione di aprire l’anno sociale nelle comunità di riferimento dove siamo attivi con il circolo, scegliendo quest’anno l’importante piazza di Offanengo, per testimoniare anche l’ottimo lavoro svolto dai nostri dirigenti locali sul territorio. 

Siamo davvero molto contenti  di come veniamo e ci sentiamo percepiti sia all’interno delle Chiese locali delle 3 Diocesi di riferimento sia all’esterno nei rapporti sempre più continui con le istituzioni : gli attestati di stima e di attenzione verso quello che facciamo, le numerose richieste di collaborazione ricevute  testimoniamo di riflesso la crescita manifestata con i numeri raggiunti a livello di radicamento; ciò  ci obbliga ad un ulteriore scatto di responsabilità , quella responsabilità profetica insita nel dna del cristiano attivo e impegnato.