ECOMOSTRO SAN CARLO – Firmata la convenzione col Comune, società pronta ai lavori

Ci eravamo appena occupati dell’ecomostro di San Carlo, per i commenti di alcuni politici cremaschi circa le lungaggini dei tempi di realizzazione, con la convezione (in variante al piano attuativo “Lago Gerundo”) tra privato e Comune ancora da firmare. Le novità, oggi, arrivano direttamente da Riccardo Denti, amministratore unico della società, pronta ad avviare i lavori.

“La convenzione è stata firmata il 22 ottobre scorso, nello studio Bertolotti, davanti al notaio Andrea Confalonieri”, conferma. Dati alla mano – economici e tecnici – Denti aggiorna circa la situazione odierna. Sono state cedute al Comune aree riguardanti la pista ciclabile (242,22 mq), un’area a verde pubblico di 103,54 mq, il parcheggio pubblico (700,25 mq), la viabilità per il parcheggio (865 mq) e vialetti pedonali per 206 mq. “Il totale ammonta a 2.117 metri quadrati. Per la realizzazione di tutto ciò è stata rilasciata fidejussione bancaria per complessivi 187.000 euro, per la fornitura degli arredi del futuro asilo comunale (che sorgerà altrove, ndr) 85.400; per il Comune un totale di 272.400 euro, come detto tramite fidejussione”, spiega l’amministratore unico. Sono stati, inoltre, già pagati 62.226,84 euro per la monetizzazione degli standard dovuti al cambio di destinazione d’uso. 

“La mia società è pronta a presentare la richiesta di permesso a costruire, con il versamento di oltre 400.000 euro di oneri di costruzione. Lo faremo nei prossimi giorni”, dichiara ancora Denti. Il Comune avrà poi 90 giorni per rilasciare il permesso, ma l’auspicio del giovane imprenditore è che si possano stringere i tempi per avviare il cantiere la prossima primavera, anche subito a marzo. Questi gli ultimi aggiornamenti circa il progetto, in itinere amministrativo, di recupero dell’immobile direzionale di recente costruzione, ma mai ultimato, nel quartiere sancarlino. L’edificio, come noto, si sviluppa su quattro piani fuori terra, con un grande piano interrato adibito a locali tecnici e parcheggio pertinenziale coperto capace di accogliere 40 posti auto. Sorgerà anche un grande parcheggio scoperto, a disposizione, con accesso da via Gerundo.