Attaccata la scuola costruita da padre Gigi Maccalli a Bomoanga

Padre Gigi nella scuola da lui costruita a Bomoanga, in Niger

“Nella sera di sabato 19 ottobre, vigilia della Giornata Missionaria Mondiale, proprio dove oltre 13 mesi fa è stato rapito padre Pierluigi Maccalli, il villaggio di Bomoanga e quello adiacente di Kiki hanno visto le loro scuole vandalizzate da presunti jihadisti”. È quanto comunica da Niamey all’Agenzia Fides padre Mauro Armanino, missionario della Società Missioni Africane, lo stesso istituto del missionario cremasco rapito.

L’Agenzia Fides, citando il sito ‘Actuniger’, scrive che gli attaccanti sono arrivati, come di consueto, con motociclette. “Le forze governative sembrano incapaci di fermare questa onda distruttiva. Padre Gigi e la diocesi di Niamey erano stati coinvolti nel progetto per la costruzione di scuole tra cui una statale”, afferma il missionario padre Armanino.

“Questo fatto grave, perché colpisce direttamente i figli dei contadini, i più poveri oggi nel Paese, non fa che confermare l’instabilità della regione frontaliera col Burkina Faso. In questo Paese ai bambini cui viene impedito di usufruire del diritto all’educazione scolastica sono ormai migliaia” conclude padre Mauro.