BEATIFICAZIONE PADRE CREMONESI – La delegazione religiosa fa tappa a San Michele, dove il missionario ha celebrato la sua prima Messa

San Michele
La terza tappa della visita della delegazione per la Beatificazione sui luoghi di padre Cremonesi è San Michele. Il missionario cremasco ha celebrato proprio qui la sua prima Santa Messa, esattamente 95 anni fa, il 19 ottobre 1924.
Alle ore 10, per ricordare l’anniversario, è stata celebrata la Messa da don Ennio Raimondi e don Giuseppe Pedrinelli, già parroci della piccola comunità, da don Franco Crotti, attuale parroco, e dal cappellano don Pier Luigi Mombelli. Presente un gruppetto di fedeli.
Don Giuseppe Pagliari, postulatore della causa di beatificazione, ha spiegato il perché di questa Messa a San Michele. Perché i genitori di padre Alfredo si sono trasferiti, nel 1920, da Ripalta Guerina, per dare il via a un’attività di ristorazione con la trattoria Il trampolino (che oggi è La Rosa Gialla).
Di seguito è stata letta la cronaca di quel 19 ottobre di 95 anni fa scritta nel diario dal parroco di allora don Alfonso Bassini. La breve cerimonia si è conclusa con la preghiera e la benedizione impartita dal card. Becciu.