MOSCAZZANO – Medaglia d’onore per i Caduti della Prima Guerra Mondiale

Il monumento ai Caduti presso i giardini pubblici di Moscazzano

Una giornata di festa, con tanto di solenne cerimonia intrisa di ricordo e riconoscenza, attende domenica 13 ottobre, la comunità di Moscazzano. La sezione dei Combattenti, Reduci e Simpatizzanti presieduta da Aldo Bombelli, con la collaborazione del Comune, ha infatti organizzato una manifestazione patriottica per la consegna delle Medaglie d’onore ai Caduti della Prima Guerra Mondiale (1915-1918), di cui s’è appena celebrato il centenario della conclusione.

Ricco il programma. Dalle ore 9.30 il ritrovo davanti al municipio, da dove si muoverà il corteo che raggiungerà il monumento ai Caduti nei giardini di via Roma. Qui sono previsti dei momenti significativi: l’alzabandiera, la benedizione e la deposizione della corona d’alloro, i discorsi del sindaco Gianluca Savoldi e delle autorità.

Alle ore 11 tutti in chiesa per la santa Messa presieduta dal parroco don Osvaldo Erosi: la preghiera di suffragio sarà in particolare per i soldati moscazzanesi che hanno dato la vita nel servizio alla Patria e per i soci defunti dell’associazione Combattenti, Reduci e Simpatizzanti. Ad animare nel canto la celebrazione è stato invitato il rinomato Coro Alpini Valcavallina di Berzo San Fermo (Bergamo). Al termine della Messa, il momento culminante della cerimonia: la consegna all’amministrazione comunale del Medagliere con i volti e i nomi dei Caduti durante la Grande Guerra, con relativa medaglia d’onore. Il Medagliere verrà successivamente esposto e conservato in Comune.

A conclusione della mattinata, il corteo si sposterà al cimitero per la deposizione di un’altra corona presso il sacrario-ossario dei Caduti.

La giornata di festa proseguirà all’interno di un’altra manifestazione che fa ormai parte della tradizione moscazzanese: la Polentata in cascina, organizzata da alcuni volontari coordinati dal locale Gruppo Giovani per il Teatro, con il patrocinio dell’amministrazione comunale. L’appuntamento stavolta è presso l’Agriturismo Chioso di Sotto: da mezzogiorno alle 12.30 funzionerà un servizio da asporto, poi spazio al pranzo in cascina: per i commensali polenta a volontà, da abbinare a stracotto d’asino, ragù ai funghi, salsiccia con fagioli o formaggi misti, con acqua, vino, dolce e caffè. Da sottolineare che il ricavato sarà devoluto in beneficienza.

Alla Polentata parteciperà – graditissimo ospite – anche il Coro Alpini Valcavallina che offrirà un piccolo concerto prima di sedersi a tavola, per poi animare un po’ il pomeriggio.