SONCINO – “Per il Verso giusto”, un nuovo progetto culturale

Alcuni componenti del Comitato promotore del progetto poetico soncinese

“Per il Verso giusto ” è il nuovo progetto culturale, dedicato interamente alla poesia, è promosso dal Comune di Soncino, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII, l’Oratorio San Paolo, il Chinaski Libri e Caffè e la biblioteca comunale. Esso trae ispirazione da un’iniziativa culturale della Regione Lombardia che due anni fa organizzò a Soncino due momenti dedicati alla poesia. L’ospite d’eccezione fu Davide Rondoni, uno dei maggiori poeti italiani contemporanei. La sera del 10 dicembre 2017 Rondoni tenne uno spettacolo poetico nella ex Filanda e, nel corso della mattina seguente, un incontro con gli studenti dell’Istituto Comprensivo.

L’iniziativa si rivelò molto positiva, tanto che lo scorso anno la medesima scuola ha invitato nuovamente il poeta romagnolo a tenere un secondo incontro. Nel frattempo gli studenti si erano dedicati alla stesura di significativi testi poetici, per cui si è potuta realizzare una certa continuità nell’approfondimento della scrittura in versi.

Il nuovo progetto si pone quindi l’obiettivo di continuare a coltivare un terreno favorevole alla poesia, coinvolgendo gli attuali studenti del terzo anno, ma anche alcuni studenti degli anni scorsi, che ora frequentano le scuole superiori.

La collaborazione con diverse realtà del territorio ha inoltre permesso di dare una dimensione di comunità al progetto stesso. Preziosa è anche la collaborazione con il Centro di poesia contemporanea dell’Università di Bologna, con la Casa della Poesia di Como e con la Casa della Poesia di Monza.

Oltre all’approfondimento svolto in ambito scolastico (con il supporto del Centro di poesia di Bologna) si prevede un’importante “due giorni” conclusiva (sabato 19 e domenica 20 ottobre prossimi) in cui si terranno diverse iniziative in vari luoghi del centro storico, che avranno per protagonista la poesia e che rappresenteranno anche un significativo omaggio alla poesia L’infinito di Leopardi, a 200 anni della sua stesura. Il progetto va pertanto a inserirsi in Infinito200, il palinsesto di eventi a livello nazionale.

PROGRAMMA DEL 19-20 OTTOBRE

Come responsabile della cultura del Comune di Soncino – dichiara Roberta Tosetti – sono orgogliosa e felice di questo progetto. Orgogliosa perché, grazie all’aiuto di Cristina Cappellini, Soncino potrà beneficiare di un evento poetico importante e sinergico con tante altre agenzie educative; felice poiché dare la possibilità ai nostri giovani di conoscere la poesia è sicuramente un valore aggiunto per il loro futuro. Devo ringraziare Cristina Cappellini per aver pensato e costruito il progetto, l’artista Aldo ‘Jona’ Gallina, poeta ma anche ideatore del logo, Giovanni Deste, per il suo tutoraggio nella scuola. Inoltre, tutti i membri del nostro comitato, da don Fabrizio Ghisoni a Fabio Maestri, da Gessica Martinelli a Elena Nicolini, dall’architetto Flavio Cassarino a Silene Rosin. Un pensiero a Piergiorgio Torriani. Ringrazio infine il Rotary Club Soncino per il patrocinio”.

Il titolo del progetto – spiega Cristina Cappellini – non è stato scelto a caso: il comitato organizzativo approvò subito l’idea del compianto Piergiorgio Torriani di usare un gioco di parole per esprimere l’intento di avvicinare i ragazzi alla poesia, prendendoli ‘per il verso giusto’, offrendo loro un’offerta formativa non puramente didattica e invogliandoli a coltivare talenti e passioni. Con grande impegno si è riusciti a concretizzare un progetto ambizioso e di grande spessore che spero possa proseguire anche negli anni futuri. Ringrazio tutti i compagni di viaggio e in particolare Roberta Tosetti e il sindaco Gabriele Gallina per aver sostenuto un lavoro significativo a vantaggio dei nostri ragazzi e in generale della comunità soncinese”.

  • Sabato 19 ottobre:

  • ore 8.45 – 12 (presso sala convegni ex Filanda): laboratorio rivolto agli studenti (ma aperto al pubblico) con i seguenti interventi: Laura Garavaglia (Presidente della Casa della Poesia di Como), Antonetta Carrabs (Presidente della Casa della Poesia di Monza), Marco Morganti (Amministratore Delegato di Banca Prossima), Marouen Bejaoui (studente di Filosofia);

  • ore 15 – 16 (presso Biblioteca comunale): laboratorio di poesia per i bambini della scuola primaria.

  • ore 17 – 18 (presso sala convegni ex Filanda): lettura da parte di alcuni artisti del territorio dei testi poetici realizzati dagli studenti dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII.

  • Domenica 20 ottobre:

  • ore 11 – 12.30 (presso Chinaski Libri e Caffè): letture di opere di giovani poeti cremaschi;

  • ore 15.30 – 17: (presso Oratorio San Paolo): letture poetiche con la voce di giovani artisti del territorio;

  • ore 20.45 (presso sala ciminiera ex Filanda): conversazione con Davide Rondoni su L’infinito di Leopardi;

  • ore 21.30 (presso sala ciminiera ex Filanda): Che fai tu, luna, in ciel? Dimmi, che fai… – reading teatrale dei Canti di Giacomo Leopardi, in occasione del 200mo de L’infinito, a cura di Mino Manni (con: Mino Manni e Marta Ossoli, al violino Silvia Mangiarotti, al pianoforte Angela Lazzaroni).