LEGA – Ricorso per l’accertamento dell’ineleggibilità di Signoroni

La Lega – segreterie provinciali di Crema e Cremona – ha presentato ricorso presso il tribunale di Cremona per l’accertamento dell’ineleggibilità di Mirko Signoroni e l’eventuale revoca della sua proclamazione a presidente della Provincia.

“L’ente Provincia, malgrado gli assurdi ridimensionamenti decisi dal legislatore nazionale nell’ultimo decennio tra cui la pessima legge Delrio, mantiene ruoli e competenze fondamentali per il territorio: l’azione amministrativa deve essere solida e trasparente. Riteniamo necessario, alla luce delle notizie sulla presunta ineleggibilità di Mirko Signoroni, fare chiarezza e dissipare le incertezze che, a tutt’oggi, rischiano di bloccare il funzionamento dell’ente per un tempo indefinito, nell’evidente imbarazzo dei consiglieri provinciali. Riconosciamo ovviamente che la campagna elettorale sia stata corretta e leale, e che nelle elezioni Signoroni abbia nettamente ottenuto più voti. Tuttavia, qualora le cause di ineleggibilità fossero confermate e non sia quindi possibile convalidarne l’elezione, la Provincia dovrà comunque avere un presidente: in tal caso la proclamazione di Rosolino Bertoni, unico competitor eleggibile che ha legittimamente partecipato alle elezioni pur classificandosi secondo, garantirebbe il funzionamento dell’ente e la regolarità amministrativa di tutti gli atti assunti da ora in avanti”. Questo il contenuto del comunicato.