PIAZZALE DELLE RIMEMBRANZE – Domani mattina inaugurazione del nuovo monumento per le vittime di Nassiriya

Piazzale Rimembranze
“Noi non vi dimenticheremo” si leggeva sulle testate giornalistiche nazionali nelle settimane successive all’attentato del 12 novembre 2003 a Nassiriya, in cui persero la vita 28 persone, di cui 19 italiani. A distanza di anni Crema vuole mantenere la promessa fatta allora e così questa mattina, alle ore 9.30, in piazzale delle Rimembranze sarà inaugurato la nuova stele dedicata a questi martiri dei nostri tempi.
Come sottolineato da Fabiano Gerevini, presidente del Comitato di coordinamento delle Associazioni Combattentistiche d’Arma e di Categoria, durante la conferenza stampa di mercoledì pomeriggio presso la Galleria del Comune, in città c’è già un luogo intitolato alle vittime dell’attacco terroristico di sedici anni fa: è quello che comunemente chiamiamo parcheggio della “Buca”.
“Noi come Comitato, in ricordo di quanto accaduto, organizziamo una santa Messa ogni 12 novembre, ma da sempre ci lamentiamo di non aver un posto dove poter deporre una corona, un fiore”, ha proseguito il presidente, che ha colto l’occasione per raccontare l’iter iniziato nel giugno 2018 con la richiesta del Comitato di erigere un monumento in altro luogo.
Per la realizzazione della stele è stata preziosa la disponibilità di coloro che, in modo del tutto spontaneo, hanno contribuito, anche economicamente, andando così a sgravare la spesa che il Comitato avrebbe sostenuto da solo. In particolare Gerevini ha ringraziato l’architetto Mario Scaramuzza, l’associazione Popolare Crema per il Territorio, il manager Renato Ancorotti, ma anche altri sponsor che non hanno perso tempo per partecipare attivamente alla realizzazione. Della giornata odierna s’e occupato il Comitato organizzatore che, tra le presenze vede il consigliere Marcello Bassi e l’assessore Matteo Gramignoli, il capitano Giovanni Meriano della Compagnia Carabinieri di Crema e il tenente colonnello Franco Cicogna del X Guastatori. Madrina dell’inaugurazione sarà la vedova Merlini, moglie del sottotenente dei Carabinieri Filippo Merlini, una delle vittime dell’attentato. Alla cerimonia presenzieranno diverse autorità, il vescovo Daniele Gianotti, l’associazione de Il Trillo e un trombettista del X Guastatori che scandirà i momenti salienti della cerimonia.
“L’immagine complessiva della stele vuole trasmettere messaggi di gratitudine e di patriottismo”, ha dichiarato Scaramuzza, spiegando la scelta del materiale impiegato nella realizzazione: marmo e acciaio. “Piazzale Rimembranze sta diventando sempre di più un luogo di ricordo”, ha sottolineato l’assessore allo Sviluppo sostenibile, Ambiente e Commercio, Matteo Gramignoli, che ha invitato l’intera cittadinanza a prendere parte all’evento.