Castelleone – Accolto don Matteo, nuovo vicario in oratorio

È stato un momento d’accoglienza sincero e affettuoso quello che Castelleone ha tributato a don Matteo Alberti, chiamato dal vescovo Antonio Napolioni a raccogliere l’eredità lasciata da don Vittore Bariselli (che il 6 ottobre diverrà parroco a Cristo Risorto di Cassano d’Adda) in veste di vicario dell’oratorio. Ieri alla messa del mattino delle 9.45 don Matteo ha fatto il suo ufficiale ingresso in città. Lo ha fatto parlando con il cuore a una chiesa gremita di fedeli, i tanti castelleonesi che volevano conoscerlo e i tanti cremonesi che lo hanno accompagnato .

Emozionato, ha illustrato i passi del vangelo e quelli della sua vita nelle ultime settimane. Giorni carichi di emozione, aspettative e preoccupazioni. Castelleone è una cittadina grande e dinamica e il suo nuovo oratorio è vivo più che mai, così come il ricordo del sacerdote che lo ha fortemente voluto. Basterebbe a togliere il sonno a molti. Don Matteo però ha saputo metabolizzare bene il tutto presentandosi già nelle scorse settimane ai ragazzi delle scuole con la disponibilità e i sorrisi che gli sono propri.

Al termine della celebrazione, tutti in oratorio per un aperitivo insieme. Si parte, per una nuova tappa del cammino della comunità con i suoi sacerdoti. Un cammino che per don Matteo sarà una ‘pedalata’ in sella alla bicicletta che parrocchia e oratorio gli hanno donato, con un avvertimento: “attenzione, a don Vittore in 15 anni ne hanno rubate 8”.

Leggi l’articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo di sabato 28 settembre