BALLO ANCH’IO – Golden Buzzer a Offanengo e applausi a San Bassano

Ballo anch'io
Un palco, qualche paura e un infinito desiderio di danzare. Oltre il timore del giudizio. E oltre ogni limite. Perché il ballo e il cuore superano tutto. Mara Parmigiani e Davide Cantoni, ballerini ciechi del progetto “Ballo Anch’Io” targato “Liberi e Forti ASD”, lo hanno dimostrato venerdì 13 settembre, partecipando alla prima edizione dello “Sber Talent Show”, la manifestazione volta a celebrare talenti inserita nel “Settembre Offanenghese”, e aggiudicandosi un premio speciale. A loro, infatti, i giudici hanno attribuito il Golden Buzzer, che ha dato loro accesso diretto alla fase finale, dove hanno dovuto cedere dinnanzi alla bravura della cantante Michela Dell’Olio.

 

Davide e Mara, accompagnati dall’insegnante Valentina Abbondio, hanno dato vita a una coreografia di danze caraibiche e boogie woogie, raccontando la storia di due ragazzi che non si sono arresi al buio, ma hanno coltivato la passione per la danza. Per vincere. Non sul palco, ma nella vita. «Il progetto “Ballo Anch’Io” – ha spiegato Davide – da me ideato, costituito dall’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti Sezione Territoriale di Cremona e, di recente, accolto dalla “Liberi e Forti ASD” di Castelleone, vuole consentire a tutti di danzare con normalità. Ciechi, ipovedenti e normodotati danzano insieme dando concretamente forma all’idea di integrazione».

Poi, prendendo per mano la sua ballerina, ha iniziato a ballare. Senza limiti e con tanto cuore. «Noi non vediamo alcun ostacolo» ha precisato. Un messaggio importante che ha conquistato la giuria, composta da don Francesco Cristiani, vicario parrocchiale di Offanengo, don Emanuele Barbieri, parroco di Capralba e Farinate, Sara Valdameri, insegnante di danze caraibiche, e il compositore Marco Tosi. «In un momento in cui si fa fatica a comunicare, danzando, avete lanciato un messaggio dall’altissimo valore comunicativo» ha detto don Barbieri «Grazie per la splendida lezione di vita che questa sera ci avete fornito». Più tecnico, invece, il commento di Valdameri: «Conosco questi ragazzi da tempo e ho provato anche a danzare con loro al buio, sperimentandone la difficoltà. Tanti complimenti per ciò che fate». Visibilmente emozionati anche don Cristiani e Tosi.

Fatto il pieno di apprezzamenti, però, Davide, Mara e gli altri ballerini non hanno avuto nemmeno il tempo di festeggiare. Sabato 14 settembre, infatti, si sono esibiti a “La strada dà spettacolo”, la manifestazione organizzata in quel di San Bassano per far conoscere varie realtà del territorio. E, anche lì, la danza al buio ha fatto furore. Tante persone hanno, infatti, preso parte allo stage di danza bendata, levandosi dubbi, curiosità ed imparando a guardare la disabilità con occhi diversi.

Ora si attende solo l’inizio delle lezioni, che partiranno oggi presso la palestra Giulio Riboli di Castelleone, alle ore 21 per il corso di boogie woogie con Kevin Ogliari e domani alle ore 19,30 per il corso di danze caraibiche con Valentina Abbondio. Prova gratuita.