VAILATE – Al ‘Caimi’ sabato saranno inaugurati i sei nuovi ambulatori

Ospedale Fondazione Caimi
Da sinistra: il direttore Regonesi, la responsabile degli ambulatori Barbara Nicco e il presidente Berticelli
Per la Fondazione Ospedale Caimi e per l’intera comunità di Vailate settembre sarà un mese molto importante. Sabato 14, infatti, si svolgerà la cerimonia di inaugurazione di sei nuovi ambulatori che saranno utilizzati già a partire dalla fine di quest’anno, dopo aver adempiuto a tutte le procedure burocratiche necessarie.
“La giornata che ci apprestiamo a vivere con tanta gioia – afferma Mario Cesare Berticelli, presidente della Fondazione – è molto importante perché presenteremo l’intervento resosi necessario dopo un periodo in cui si è registrata una notevole crescita, sia di volume sia di differenziazione, di attività”.

NUOVI AMBULATORI PER AMPLIARE E MIGLIORARE I SERVIZI

Nell’edificio, di proprietà della Fondazione, ogni giorno si erogano numerosi servizi (negli
ultimi mesi sono stati attivati il punto prelievi e l’ambulatorio infermieristico) e ora troveranno collocazione anche una nuova postazione di accettazione, oltre ai sei locali che amplieranno e perfezioneranno l’offerta.
“Il nostro obiettivo – spiega Berticelli – non è solamente di aumentare il numero di attività
ma anche di migliorare, realizzando una distribuzione più ottimale, quelle già proposte ogni giorno ai pazienti che si rivolgono ai nostri sportelli. Una delle nostre peculiarità, infatti, è e rimane la prossimità, ovvero offrire il servizio richiesto in tempi brevi”. Del resto è cosa nota che presso gli ospedali pubblici le liste di attesa sono lunghe.

INTERVENTI PER 800.000 EURO

I lavori, iniziati il 30 gennaio scorso e realizzati rispettando i tempi prestabiliti, hanno richiesto un grande impegno da parte della Fondazione. Il costo totale per la realizzazione dei sei ambulatori è di 800 mila euro. Una cifra per la quale non è stato recepito nessun
finanziamento né da parte della Regione, che stanzia fondi solo per ospedali pubblici, né da parte di privati. La Fondazione quindi non ha potuto fare altro che chiedere e ottenere un mutuo bancario ventennale.

IL PROGRAMMA DELLA CERIMONIA

Per ammirare i nuovi ambulatori l’appuntamento è per sabato. Alle ore 10.30 la Messa celebrata dal vescovo Antonio Napolioni presso il cortile della Fondazione, tempo permettendo, altrimenti presso la cappella; a seguire interverranno le autorità (il presidente Mario Berticelli, il sindaco Paolo Palladini e l’architetto Marco Ermentini) e i sei locali saranno benedetti. Al termine sarà offerto a tutti i partecipanti un buffet e sarà possibile visitare gli ambulatori in piccoli gruppi guidati dai volontari del Caimi.