L’arcivescovo Delpini celebra il centenario dell’incoronazione della Madonna della Pallavicina

Il 25 agosto 1919 il vescovo di Milano Andrea Carlo Ferrari, ora beato, a Izano incoronò la Madonna della Pallavicina. Oggi, 25 agosto 2019, nel centenario di quell’evento, il successore alla guida dell’arcidiocesi milanese, il vescovo Mario Delpini, ha presieduto al santuario izanese la Messa a ricordo dell’Incoronazione, nell’anno giubilare che la Pallavicina sta solennemente vivendo.
L’arcivescovo ha celebrato insieme al nostro vescovo Daniele, al parroco don Giancarlo Scotti, a monsignor Angelo Lameri e a una decina di sacerdoti. Ha animato la Polifonica Cavalli diretta dal maestro Alberto Dossena, con Luca Tommaseo all’organo. Moltissimi i fedeli presenti.
Nell’omelia monsignor Delpini, guardando al degrado della società e a una progressiva perdita di valori, ha esortato i cristiani a essere il popolo della speranza e ad alzare lo sguardo al Padre, che sempre ama e incoraggia i suoi figli. “Celebrare questo centenario – ha detto – non è solo un atto dovuto o nostalgico. Oggi siamo noi che siamo chiamati a essere la corona di Maria: ritrovando slancio e speranza, guardando all’umanità con fraternità autentica, cercando di vivere la carità, annunciando il Regno”.
Al termine della Messa, dopo il dono di un dipinto da parte del sindaco Luigi Tolasi, monsignor Delpini ha impartito la Benedizione Papale.