Ancorotti Cosmetics: verso il futuro

Ancorotti stabilimento
Già negli anni Ottanta del secolo scorso, Renato Ancorotti, giovane imprenditore nel settore farmaceutico, intuì le potenzialità dell’outsourcing nel settore cosmetico e diede inizio alla sua carriera nella produzione di cosmetici per conto terzi fondando Gamma Croma.
Nel 2009, insieme alla figlia Enrica, ha fondato Ancorotti Cosmetics, una nuova società specializzata nella produzione di mascara. Oggi, questa realtà, tra i maggiori produttori mondiali, sviluppa una vasta gamma di prodotti cosmetici, dal make-up allo skincare, in collaborazione con i beauty brands di tutto il mondo. L’ampio know-how in ricerca e sviluppo, l’uso di tecnologie all’avanguardia e le capacità del sito produttivo hanno rapidamente reso Ancorotti Cosmetics fornitore leader di prodotti cosmetici nella “top 5” dei maggiori produttori internazionali.
Il fatturato aziendale è aumentato anno dopo anno: il segreto di questa crescita costante risiede nella visione aziendale. “Il nostro obiettivo è essere ‘total solution providers’, non solo fornitori. Siamo in grado di soddisfare tutte le esigenze dei nostri clienti, dalla formulazione alla produzione, proponendoci come partners flessibili e affidabili. La nostra missione è fornire prodotti personalizzati, ready-to-market, che siano al tempo stesso sicuri per il consumatore e innovativi”.

Il servizio

“Offriamo tre tipi di servizio: bulk, fill e full service. Nel primo caso vendiamo materia sfusa, che i clienti si occupano di riempire autonomamente. Nel secondo, il servizio consiste appunto nel riempimento della materia sfusa nel packaging. Oltre il 60% delle nostre commesse sono invece in ‘full service’: realizziamo cosmetici sviluppandoli dalla A alla Z — dalla formula al packaging — e consegniamo al cliente prodotti finiti pronti ad essere immessi sul mercato”, spiegano dall’azienda.

Prodotti

Il mascara è il core business e rappresenta il 60% della nostra produzione. Negli anni l’offerta è stata ampliata, e oggi Ancorotti Cosmetics produce anche altre emulsioni, come fondotinta, creme e rossetti, oltre a polveri cotte e compatte quali ciprie, terre e fard. Inoltre, il gruppo s’è specializzato nella tecnica della “back injection”, che permette di realizzare palettes di ombretti o di altre tipologie di prodotto riempiendo contemporaneamente fino a 12 colori nello stesso godet.

Quantità

Nel 2018 sono usciti dalle fabbriche cremasche di Ancorotti l’equivalente di oltre 100.000.000 pezzi. Oggi, il 20% del mascara mondiale prodotto in outsourcing è stato creato da Ancorotti Cosmetics!

People

Ancorotti conta 387 persone tra impiegati e collaboratori. “Stiamo crescendo a un ritmo significativamente maggiore rispetto ai dati occupazionali del nostro territorio! Inoltre, per policy aziendale, preferiamo assunzioni a tempo determinato o indeterminato”. L’azienda è “femminile”, perché il 63% degli impiegati sono donne; “giovane”, con un’età media di 35 anni; “multiculturale”, dove sono presenti lavoratori di ventun nazionalità diverse.

Fatturato e nuovo stabilimento

L’azienda ha chiuso il 2018 a 101 milioni di euro, +10% rispetto all’anno precedente. Nel 2019 le previsioni sono altrettanto positive e l’auspicio è quello di raggiungere quota 115 milioni di euro.
Nel 2017, il gruppo ha acquistato lo stabilimento industriale ex-Olivetti, per il quale sono stati investiti oltre 21 milioni di euro. L’edificio, progettato da Marco Zanuso e Renzo Piano negli anni Sessanta del Novecento, giaceva in uno stato di abbandono e degrado. “Abbiamo risanato una ferita urbana di 30.000 mq con un intervento di archeologia industriale, progetto realizzato dall’arch. Ermentini”. Si tratta di uno stabilimento “green”, ristrutturato implementando misure quali isolamento termico, illuminazione a Led, ecc. con l’obiettivo di ridurre al minimo consumi ed emissioni – queste ultime monitorate costantemente (es. inventario Ghg).
I lavori sono stati ultimati l’anno scorso, e dal gennaio di quest’anno tutti i reparti trasferitisi nel nuovo edificio sono già operativi: logistica (che occupa 1/3 dell’intera superficie); pesate e miscelazione; back injection; riempimento emulsioni; compatti, cotti, estrusi e palline. “Abbiamo inoltre mantenuto liberi 5.000 mq per future espansioni”. Prima dell’apertura del nuovo stabilimento, gli edifici di Ancorotti Cosmetics erano undici.
Di questi sono stati mantenuti gli headquarters, lo stabilimento dedicato alla produzione delle emulsioni e due capannoni con funzione logistica, mentre i restanti sono stati tutti occupati da aziende nostre fornitrici.
La zona industriale si sta trasformando in un “distretto della bellezza”!

Industry 4.0

La “Ancorotti” si sta evolvendo in chiave 4.0, adottando un manufacturing “smart” verso la digitalizzazione e l’automazione del processo industriale.
Gli obiettivi sono molteplici: riduzione del time-to-market, flessibilità, personalizzazione dell’offerta, aumento della qualità del prodotto, taglio dei consumi (materie prime, energia…), ecc.
Alcuni esempi applicativi sono: la stampa 3D per la realizzazione dei prototipi, la stampante “cosmetica” e la tecnologia laser per la customizzazione del prodotto, il percorso Agv per la logistica interna (trenino che collega i vari reparti del nuovo stabilimento per il trasporto di materie prime e semilavorati), i macchinari industriali per il riempimento automatico e per la back injection.