Palazzo Pignano – Raid in azienda agricola, uccisi animali rari

Indagini in pieno svolgimento in merito ai fatti, tristi ed efferati, che hanno coinvolto l’azienda agricola La Fazenda di Palazzo Pignano nella quale l’altra notte è stato compiuto un raid in piena regola: furto e uccisione di animali protetti. Episodio riconducibile, secondo le prime investigazioni, all’azione criminosa di due giovani, un 20enne del paese e un 36enne di Crespiatica, che ieri mattina sarebbero stati deferiti a piede libero dai Carabinieri.

Stando alle ricostruzioni dell’accaduto, i due sarebbero entrati nell’azienda agricola nella notte. Avrebbero compiuto il furto di alcuni oggetti di valore, quindi avrebbero ucciso e appeso alle loro gabbie un’aquila, un gufo, un cincilà e due cani. Si sarebbero accorti della presenza del custode e l’avrebbero colpito con un pugno. Quindi sarebbero fuggiti.

Al 112 la chiamata della malcapitata ‘sentilnella’ è giunta intorno alle 4.30. Immediato il sopralluogo dei Cc e l’avvio delle indagini che, dopo il rinvenimento del borsone con la refurtiva in territorio comunale di palazzo Pignano, avrebbero condotto ai due presunti autori.