Fondazione San Domenico, regina delle date zero dei tour

Teatro San Domenico

Ha incantato il pubblico presente, giovedì sera, a Cremarena la cantante Malika Ayane che si è esibita nella data zero del suo tour “Domino en plein air”. Per lei è stata la terza volta sul placoscenico cremasco. Certo, la temperatura era rovente e la cantante più che invitare a battere le mani ha suggerito al pubblico di agitare i ventagli! Raffinata e sofisticata anche sudata e con qualche moscerino di troppo intorno al viso, Malika ha spiegato che la data zero ha qualcosa di speciale e unico che solo in quell’occasione viene regalata al pubblico: “sguardi d’intesa o di disappunto per un accordo sbagliato tra musicisti, modifiche nella scaletta e qualche improvvisazione più del consentito”.

Tra l’altro da ottobre a giugno, si tratta della nona data zero di un tour nella stessa città, praticamente un record per la nostra Penisola e un fiore all’occhiello per la Fondazione San Domenico di Crema che a quanto pare nessuna città è riuscita a eguagliare!
Tra 2018 e 2019 infatti si sono alternati Luca Carboni, Enrico Nigiotti, Maurizio Vandelli con Shall Shapiro, Roberto Vecchioni, Red Canzian, Le Orme, Paola Turci, Ron e appunto Malika.
Un’avventura quella della data zero partita nel lontano 2002 con Samuele Bersani… un esperimento da subito ben riuscito tanto da aver visto arrivare dopo Ivano Fossati e poi gli Avion Travel, cinque volte, Davide Van de Sfroos, due volte Noemi, tre Dolcenera, Chiara, due volte Annalisa, Anna Oxa, Ornella Vanoni, Patty Pravo, Francesco Renga, tre volte Luca Carboni, due volte Francesco Baccini, i Tiromancino, Mario Biondi, tre volte Raphael Gualazzi, due serate di Giorgio Panariello, Thomas e Sergio Silvestre… nella speranza di non aver dimenticato qualcuno! La cosa bella è che molti di questi artisti sono ritornati più di una volta a dimostrazione di come il nostro teatro offra un’opportunità notevole in una cittadina tranquilla e con un pubblico che risponde sempre con entusiasmo alle proposte.

Ultimamente anche l’artista Luciano Perolini ha creato un interessante connubio celebrando ulteriormente i cantanti che passano per la città con un ritratto. Ancora da ritirare quello di Paola Turci, mentre alla stessa Malika Ayane è stato fatto omaggio proprio giovedì sera prima del concerto.

Articolo completo su Il Nuovo Torrazzo in edicola oggi