Mercatone Uno – Sino al 31 dicembre cassa integrazione straordinaria per i 1.800 dipendenti

I 1.800 dipendenti di Mercatone Uno, rimasti senza lavoro da un mese a causa del fallimento della holding Shernon che aveva rilevato il gruppo nell’agosto 2018, percepiranno la cassa integrazione straordinaria con effetto retroattivo. Senza stipendio da aprile, i lavoratori potranno così tornare ad avere un reddito. L’ammortizzatore sociale definito nelle sue peculiarità e tempistiche dal tavolo permanente sulla problematica aperto al Mise, resterà attivo sino al 31 dicembre. Nel frattempo governo, sindacati e mondo economico e finanziario cercheranno di far ripartire il colosso, che conta un punto vendita anche a Madignano presso il quale erano impiegate 39 persone. Una boccata d’ossigeno per le famiglie colpite da questo fulmine a ciel sereno (si ricorda che la comunicazione di chiusura dei punti vendita è arrivata senza preavviso attraverso un messaggio o una chat, ndr) è arrivata nei giorni scorsi dagli istituti di credito che hanno congelato per un anno le rate dei mutui eventualmente accesi dai dipendenti rimasti senza impiego.