Soncino – Incidente e omissione di soccorso, deferito 19enne senza patente

Ha tamponato un’auto e se ne è andato rifiutandosi di compilare la constatazione amichevole e senza prestare soccorso ai tre occupanti che hanno rimediato lievi lesioni. Si è cercato così i guai un 19enne che i Carabinieri, al termine di indagini lampo, sono riusciti a identificare e deferire.

I fatti. “I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile – spiega il maggiore dell’Arma Giancarlo Carraro –domenica sono intervenuti a Soncino via Brescia, per un sinistro stradale con feriti. La dinamica del sinistro vedeva coinvolte due autovetture in un tamponamento. Sul posto però, era presente un solo mezzo i cui tre trasportati lamentavano dolori a seguito della collisione asserendo che il conducente dell’auto si era allontanato subito dopo il sinistro stradale, rifiutandosi di compilare il modello di constatazione amichevole. I successivi accertamenti permettevano di accertare che il veicolo fuggito era di proprietà di una donna del posto che raggiunta a casa dai militari asseriva di non aver utilizzato la vettura in quel frangente”.

Tuttavia, i danni sulla parte anteriore dell’utilitaria, dimostravano che l’auto era coinvolta nel sinistro. Le attenzioni dei militari si spostavano così sul figlio 19enne presente in casa che “messo alle strette asseriva di essere lui il responsabile dell’evento e di essere fuggito perché privo di patente di guida, mai conseguita. Raccontava inoltre di aver preso l’auto della madre di nascosto e che dopo il tamponamento era sceso dal mezzo per sincerarsi sulla situazione dei trasportati dell’altro veicolo ma al momento di dover esibire la patente di guida, preso dal panico, era salito in auto fuggendo”.

I tre occupanti la vettura tamponata sono stati medicati al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Crema da dove sono stati dimessi con prognosi di pochi giorni (10, 7 e 7) per contusioni multiple. Il giovane è stato invece deferito per omissione di soccorso e lesioni stradali, oltre che per guida senza patente.