ZTL – Per Coti Zelati “troppo permissiva”, per la Giunta ok

Le emissioni si ridurranno giocoforza. Le accuse del consigliere Emanuele Coti Zelati sono illogiche e strumentali”. Così gli assessori Fabio Bergamaschi e Matteo Gramignoli replicano al comunicato dell’esponente de La sinistra che dopo il sì del Consiglio al regolamento della zona a traffico limitato (la scorsa settimana) aveva esternato alcune considerazioni. Non si può arrivare a sostenere che si tratta di un’azione nemica dell’ambiente. E questo, secondo lui perché non si è deciso, così, d’imperio e senza studio, di vietare l’ingresso in centro storico alle motorizzazioni più inquinanti tra coloro che sono autorizzabili. Quanto detto dal consigliere nel suo comunicato successivo al Consiglio sfida ogni logica, dato che non sembra interessato al fatto incontestabile che il Comune di Crema ha appena adottato una limitazione del traffico 24 ore su 24, che consentirà di entrare solo a pochissime e specifiche categorie: chi vi risiede, chi vi lavora, chi fa assistenza”, hanno detto i membri della Giunta. Coti Zelati aveva aveva puntato il dito contro il no, da lui proposto, all’ingresso ai motori più inquinanti “se non subito, almeno nel giro di due anni”.