VOLLEY B1: Chromavis Abo vince anche nell’ultimo turno di regular season. Sabato prossimo gara 1 dei playoff

Chromavis Abo
Ultimo turno di regular season e Chromavis Abo incontra e batte la Tecnoteam Albese: 3-0. Un risultato questo che ha permesso alle cremasche di sorridere perchè per il secondo anno consecutivo hanno raggiunto i playoff. Al PalaCoim, è doverso sottolineare, la squadra di coach Barbieri ha conquistato la diciassettesima vittoria nelle ultime diciotto partite, realizzando una meravigliosa rimonta che le ha viste volare dall’ottavo posto al terzo, l’ultimo utile per gli spareggi per l’A2.

IN SINTESI

Contro la Tecnoteam c’è stata partita solamente nella prima parte del parziale d’apertura, poi dal 16-14 le neroverdi cremasche hanno pigiato sull’acceleratore, piazzando un parziale di 9-3 che ha decretato il 25-17. Ancora più lineare gli andamenti delle successive due frazioni, dominate da Offanengo, spinta dal calore del pubblico verso il 25-18 e infine il 25-14 che ha sancito il 3-0 e la festa.

IL PROGRAMMA DEI PLAY OFF 

Da oggi Chromavis Abo si concentrerà sui playoff dove nei quarti di finale incrocerà l’Anthea Vicenza, seconda nel raggruppamento B e finalista della Coppa Italia di categoria. Il programma si aprirà con gara 1 in programma sabato alle 20,30 in Veneto, mentre mercoledì 15 maggio alle 20,30 al PalaCoim andrà in scena il secondo atto, con eventuale bella sabato 18 maggio alle 20,30 a Vicenza.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA

Coach Barbieri: “Eravamo partiti con un gap di svantaggio importante, le ragazze sono state molto brave a giocare sempre sul filo del rasoio, con diciotto partite dove un ko o anche un solo punto perso poteva compromettere la nostra risalita. La squadra ha mostrato mentalità e saper vivere e  gestire lo stress, sommato a un lavoro quotidiano di tutto lo staff. Nell’ultimo periodo abbiamo vinto e spesso dominato tutti i tie break giocati, penso sia un dato significativo in fatto di tenuta e di gambe e per questo ringraziamo il preparatore atletico (Massimiliano Mazzilli). Inoltre, abbiamo avuto qualche problema fisico, ben gestito dall’intero staff medico. Nel complesso, sono tutti fattori che hanno unito ulteriormente la squadra. All’inizio, quando eravamo ottavi, onestamente non pensavamo ai play off, ma solo a far bene, a ritrovare i risultati e riaccendere l’entusiasmo del pubblico, sapendo che per risalire non bastavano solo le nostre vittorie. Questa mentalità di voler lavorare al meglio ogni giorno ci servirà ancora e andrà portata avanti”.