SIFASERA D’ESTATE: quattro serate all’Arena Palazzo Brunenghi

Aida
Sifasera raddoppia. La stagione teatrale invernale, che da diciassette anni porta spettacoli di alto profilo da novembre ad aprile nelle piazze e nelle sale di Castelleone, Soresina e Orzinuovi, il ‘brand’ di Teatro del Viale sinonimo di messinscena dal vivo con i più grandi nomi del panorama musicale, drammaturgico, coreutico, comico nazionale e internazionale, concede il bis diventando anche un appuntamento estivo.
Per la prima volta, infatti, Castelleone ospita un piccolo/grande festival nei mesi caldi, Sifasera d’estate. Piccolo perché si compone di quattro date. Grande perché importanti e straordinari saranno compagnie e allestimenti proposti. Grandi titoli con interpreti di calibro internazionale per la lirica, la danza e l’operetta e non mancherà uno sguardo al territorio per quel che concerne la prosa.
“Per Teatro del Viale – spiega il direttore artistico Bruno Tiberi – è un ritorno nella scena estiva. Dopo gli ottimi riscontri ottenuti con la produzione e organizzazione del festival CremArena, ho pensato che potesse essere il momento per riportare una programmazione organica nell’estate del nostro territorio. L’occasione è stata data dalla riqualificazione in atto di Palazzo Brunenghi, splendida struttura nel cuore di Castelleone che l’amministrazione comunale sta rilanciando. L’edificio dispone di una grande corte chiusa, che per l’occasione abbiamo ribattezzato Arena Palazzo Brunenghi, e sarà qui che allestiremo da giugno a luglio il nostro festival. Dico nostro perché vi stanno lavorando non solo Teatro del Viale ma anche l’amministrazione comunale di Castelleone, il sindaco Pietro Fiori e l’assessore Orsola Edallo hanno subito condiviso l’idea collaborando alla sua realizzazione, e la Pro Loco, con l’attivissimo presidente Antonio Ruggeri in prima fila. Senza dimenticare gli uffici pubblici senza il cui prezioso supporto sarebbe difficile condurre in porto una simile operazione”.

GLI APPUNTAMENTI

“Si parte il 21 giugno con una serata di presentazione che, oltre agli interventi mio e dell’attuale sindaco Pietro Fiori e di chi sarà alla guida del paese dopo il 26 maggio – continua Tiberi –, prevede la messinscena da parte del gruppo Teatrovare di una storia tutta castelleonese, Cercando Abele. Uno sguardo sul territorio, come abbiamo denominato questa serata, che consentirà di illustrare quanto attende il pubblico nelle settimane a venire”.
Il cartellone entra infatti nel clou il 28 giugno alle ore 21.15 quando la compagnia Fantasia In Re (straordinaria produzione presente in importanti festival estivi internazionali e nelle stagioni dei principali teatri italiani) porterà in scena il capolavoro verdiano Aida. I bravissimi cantanti della compagnia (che il pubblico di Sifasera ha già potuto applaudire nel corso delle ultime stagioni invernali nelle interpretazioni di Carmen, Nabucco, Tosca e La Traviata), sulle scene e con i costumi firmati da Artemio Cabassi, con la sapiente regia di Pierluigi Cassano, saranno accompagnati dal prestigioso Coro dell’Opera di Parma e dall’Orchestra delle Terre Verdiane diretta dal maestro Stefano Giaroli. “Sarà uno spettacolo che si preannuncia strepitoso, una serata che muoverà un centinaio tra artisti e tecnici, un evento nell’estate castelleonese”.
Non di meno le altre due serate in programma. Il 6 luglio si parlerà il linguaggio della danza classica con il più famoso dei balletti, Il lago dei cigni. Protagonisti sul palco i primi ballerini Maria Chiara Grasso (del San Carlo di Napoli) e Carlo Pacienza (dell’Accademia Nazionale di danza) insieme al corpo di ballo della Compagnia Nazionale Raffaele Paganini e della Compagnia Almatanz, sulle coreografie rilette (tradizione e innovazione, come dicevamo) dal maestro Luigi Martelletta. Paganini e Martelletta, già primi ballerini del Teatro dell’Opera di Roma, artisti che hanno danzato sulle tavole dei più grandi teatri del mondo accanto a straordinarie etoiles; nomi forti della danza che con le loro compagnie riporteranno la magia di Siegfried e Odette sotto il cielo delle notti della città turrita.
Gran chiusura il 12 luglio con il titolo dei titoli per quel che concerne il repertorio operettistico: La vedova allegra. Silvia Felisetti, Alessandro Brachetti e la loro compagnia (già applaudita al Sociale di Soresina in più di un’occasione) saranno accompagnati dall’orchestra del maestro Giaroli nella rappresentazione in allestimento completo di scene, costumi e corpo di ballo, del capolavoro di Franz Lehar. Una serata di bel canto e divertimento con un’operetta senza tempo.

Tra pochi giorni si aprirà la prevendita dei biglietti per tutti gli spettacoli, con formule a pacchetto che consentono risparmi sul costo del singolo titolo d’ingresso. Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono sin da ora contattare il numero telefonico info 348.6566386 oppure scrivere una e-mail a biglietteria@teatrodelviale.it.