Fiera Santa Maria – Al via l’edizione numero 353: divertimento e spiritualità

Tutto è pronto per la Fiera di Santa Maria della Croce, che dal 24 marzo 1666 allieta – certo con scopi e modalità differenti – la comunità locale. Per il 2019, si parla, dunque, dell’edizione numero 353. La manifestazione fieristica, scattata ieri, sarà realtà ancora oggi, domani domenica 24 marzo e lunedì.

 Lungo il viale, dal canale Vacchelli verso la chiesa, si posizioneranno le ormai classiche bancarelle d’artigianato, mentre nel parchetto del quartiere e in via Battaglio hanno già trovato posto le attrazioni del Luna Park (resteranno qui anche per altri weekend): ruota panoramica, autoscontro, aerei, giostre e molto altro.

Non mancherà uno stand della Scuola di Agraria “Stanga”, che ha sede proprio nel convento settecentesco dei Carmelitani scalzi, così come il gazebo della Cancelleria del santuario: promuoverà pubblicazioni e oggetti legati alla Basilica. L’oratorio parrocchiale farà come sempre la sua parte, organizzando la grande pesca benefica, la pesca alla trota e il mercatino di libri usati e oggettistica di Giorgio. Un ruolo importante, dopo il recente rilancio con un progetto curato dai volontari insieme ai Missionari dello Spirito Santo, lo giocherà quest’anno la Casa del Pellegrino (insieme al Mcl). Proporrà menù a pranzo e a cena a prezzi modici (anche per bambini) e i volontari saranno attivi pure in chiesa per la promozione delle bellezze artistiche del santuario e della figura di Conchita, l’ispiratrice dei MspS che sarà proclamata beata il prossimo 4 maggio.

“Uno degli aspetti caratteristici della fiera 2019 sarà proprio questo: far conoscere Conchita poco prima della sua beatificazione, alla quale saremo presenti. All’ingresso del piazzale abbiamo appeso un grande striscione e volentieri daremo informazioni sulla sua vita e sulla sua spiritualità a quanti desidereranno approfondire la sua figura”. Allo Scurolo, invece, si potranno nuovamente benedire gli oggetti cari, tradizione che si rinnova da decenni. Fedeli e visitatori, che giungono numerosi anche da fuori, non mancheranno di accendere una candela alla Madonna di Santa Maria e sostare in Basilica per una breve sosta “silenziosa” e rigenerante.

Per quanto riguarda l’aspetto culturale, per questa edizione la mostra sarà all’aperto: alla recinzione della Basilica saranno appesi gli otto antichi stemmi ecclesiastici, che un tempo adornavano i portali della chiesa e che sono stati recuperati e “ripuliti dal tempo” da parte dei volontari.

Nella XII Giornata nazionale della disabilità intellettiva e relazionale, l’Anffas di viale Santa Maria della Croce aprirà di nuovo le sue porte. Avverrà domani domenica 24 marzo, proprio in concomitanza con la fiera. “Si tratta del nostro consueto ‘Anffas open day’. Sarà l’occasione per proporre alla città di Crema un pomeriggio di svago, giochi e animazione, per bambini e adulti, ma sarà soprattutto l’occasione per dare avvio al progetto Io Abito con l’abbattimento della prima pietra dell’immobile che abbiamo acquistato da parte alla nostra storica sede per il nuovo progetto”, spiega il referente Andrea Venturini.

Appuntamento a partire dalle ore 15 per i giochi e alle 17.30 per la cerimonia di inizio dei lavori del progetto Io Abito, con special guest il rapper cremasco Alessandro Bosio.