CREMA – Concerto organistico in SS. Trinità

Sarà dedicato al tema“L’organo “Benzi e Franceschini” (1909) e i fermenti di rinnovamento della Musica Sacra fra ‘800 e ‘900”il prossimo importante appuntamento musicale cittadino. Invitato dal Centro Culturale Lucchi e dalla Parrocchia della SS. Trinità, questa sera, il M° Emanuele Vianelli, organista titolare del Duomo di Milano (che come è noto, ospita il più grande organo italiano ed uno dei 5 maggiori organi al mondo) sarà alla consolle del contenuto ma pregevole strumento della SS. Trinità per proporre alcune importanti pagine di una letteratura musicale di ispirazione sacra fiorita tra gli epigoni del periodo romantico e i primi decenni del 900. Infatti, anche i brani dei tre autori barocchi in programma (Bach, Zipoli e Pescetti) sono proposti nella veste che hanno dato loro le interessanti trascrizioni effettuate da compositori che hanno attraversato il primo ‘900.

Autore di spicco nel programma, è la figura di Marco Enrico Bossi (1861-1925), organista e compositore di particolare rilievo per la sua epoca. Virtuosa ed ispirata, la sua produzione organistica contempera le funzioni liturgiche con quelle concertistiche sviluppando un linguaggio, se pur influenzato dal tardoromanticismo tedesco di stampo brahmsiano, originale ed assai articolato dal punto di vista armonico. Tra i pochi della sua epoca, si dedicò quasi esclusivamente alla composizione strumentale, scelta che non giovò al suo pieno apprezzamento in un’epoca in cui era imperante l’interesse per l’opera lirica.

Emanuele Carlo Vianelli, milanese, si è diplomato brillantemente presso la Civica Scuola di Musica di Milano ed il Conservatorio “Campiani” di Mantova, perfezionandosi in seguito – per l’organo e l’improvvisazione – sotto la guida di Lionel Rogg, presso il Conservatorio Superiore di Ginevra.

Ha seguito corsi di specializzazione con Vogel, Isoir, Radulescu e Stella, approfondendo particolarmente l’interpretazione del repertorio bachiano con Wilhelm Krumbach e della letteratura organistica romantica e contemporanea con Arturo Sacchetti.

Vincitore di numerosi concorsi organistici svolge una poliedrica attività concertistica che lo vede impegnato sia come solista all’organo che come collaboratore e direttore di diversi ensemble vocali e strumentali in rassegne e festival in Italia, Svizzera, Germania, Francia e Spagna.

Svolge attività didattica come titolare delle cattedre di Organo e di Teoria e Lettura della Musica al Civico Liceo Musicale “R. Malipiero” di Varese e come maestro collaboratore presso la Scuola dei Fanciulli Cantori della Cappella Musicale del Duomo di Milano. Già vice organista del Duomo di Milano dal 1998 al 2004, dal Gennaio 2005, quale successore del M° Luigi Benedetti, è titolare ai grandi organi dell’insigne cattedrale milanese.