Ospedale Maggiore – Due giorni di congresso sulla patologia uro-oncologica

Il dottor Baresi con alcuni suoi professionisti dell'U.O. di Urologia

La Sala Polenghi dell’Ospedale Maggiore di Crema ospiterà, venerdì 1 e sabato 2 marzo, il congresso sul tema La patologia uro-oncologica: aggiornamento del percorso diagnostico e terapeutico nell’attività clinica, coordinato dall’Unità operativa di Urologia diretta dal dottor Alessandro Baresi e dedicato a medici e operatori sanitari.

In Italia i tumori urogenitali colpiscono oltre 76.500 persone l’anno e rappresentano il 20% di tutti i tumori diagnosticati. L’innovazione in oncologia ha portato a cure sempre più efficaci che consentono di contrastare le neoplasie limitando il più possibile gli effetti collaterali delle terapie. La multidisciplinarietà in Uro‐Oncologia, unitamente alla diagnostica precoce, rappresenta un’arma che si sta rilevando decisiva nella lotta contro il cancro.

Il congresso nella sua prima parte è incentrato su questo aspetto e cerca di raggiungere elevati livelli di appropriatezza e di conseguenza un elevato livello di qualità nel management diagnostico‐terapeutico. Da una medicina basata sul singolo specialista è mandatorio arrivare alla scelta della migliore terapia attraverso l’analisi e il confronto di più professionisti. In particolar modo, per ciascuna delle patologie uro‐oncologiche trattate, prostata e rene, verranno discussi e definiti i requisiti standard per l’ottimizzazione multidisciplinare dei percorsi terapeutici integrati.

Il trattamento delle patologie urologiche è cambiato radicalmente negli ultimi anni grazie all’introduzione e allo sviluppo di nuove sistemi tecnologici avanzati. Obiettivo di questa seconda parte del congresso è creare e gestire efficacemente le più recenti scoperte scientifiche nella pratica clinica attraverso l’identificazione e validazione di nuove tecnologie per fini diagnostici, prognostici e terapeutici.

Il congresso inizierà alle ore 13.30 di venerdì 1° marzo con il saluto del direttore generale dell’Asst Ospedale Maggiore dottor Germano Pellegata. A seguire gli interventi di illustri relatori fino alle ore 19 circa. La ripresa sabato 2, con i lavori programmati fino alle ore 13.30.