Cremasco – Truffe e raggiri, Carabinieri casa per casa per sgominarli

Nella foto di repertorio una anziana sola chiede aiuto ai carabinieri

Al fine di contrastare attraverso la prevenzione le truffe agli anziani che interessano frequentemente anche il territorio cremasco, su disposizione del Comando Provinciale di Cremona, i reparti dipendenti che operano capillarmente sui 48 Comuni cremaschi da alcune settimane hanno posto in essere una campagna di sensibilizzazione nei confronti delle potenziali vittime, molto anziane e spesso con difficoltà di deambulare, raggiungendole presso le loro abitazioni. Oltre 1000, sino ad ora, sono state le visite che i 10 comandanti di stazione della Compagnia di Crema hanno fatto a queste persone che vivono spesso sole e per questo motivo hanno gradito particolarmente la visita. I comandanti di stazione “oltre a fornire utili consigli su come evitare di essere truffati (es. non far entrare in casa estranei, non tenere grosse somme di denaro o gioielli nei soliti luoghi, non accondiscendere a richieste telefoniche di sottoscrivere contratti cosiddetti ‘vantaggiosi’) – spiega il maggiore dell’Arma Giancarlo Carraro – hanno potuto ascoltare le confidenze degli anziani sulle loro problematiche di varia natura, instaurando così un rapporto empatico che ha sicuramente fatto crescere la stima verso i Carabinieri. Le persone, purtroppo, si sono talvolta dimostrate impaurite da quanto quotidianamente apprendono dai mass media e la presenza dei militari, che hanno fornito parole rassicuranti, ha fortunatamente portato a una reale percezione di sicurezza”.

Le visite proseguiranno anche nei prossimi mesi e non saranno l’unico strumento messoin campo per prevenire truffe e raggiri. Continueranno infatti gli incontri che sempre i comandanti di stazione stanno svolgendo nelle sedi municipali e nei luoghi di culto dei vari Comuni e Diocesi, nell’ambito del progetto ‘Ascoltiamoci’, con l’aiuto dei primi cittadini e dei parroci.