Pandino – Casearia, non solo latte

Arrampicata su parete attrezzata

‘Con l’ambiente vinco le mie paure’ e ‘Nuotando si impara’. Come spiega la referente dei progetti Star bene a scuola, Carla Bertazzoli, docente della Casearia, “si tratta di azioni formative che vengono promosse in quanto finalizzate al miglioramento dell’aspetto relazionale dei ragazzi, in un’età molto a rischio di comportamenti non sempre corretti. Grandi novità quest’anno al nostro Istituto, oltre che per le attività tecnico-professionali (vedi la produzione del gelato e l’imminente partenza della produzione sperimentale di marmellate e conserve), anche per attività ludico-sportive”.
‘Con l’ambiente vinco le mie paure’ è stato presentato e finanziato grazie ai Fondi Strutturali Europei; prevede 30 ore di attività extracurricolare, volta a consentire l’incremento delle abilità e delle competenze sportive di base: un gruppo di 25 ragazzi e ragazze delle classi seconda e terza sta partecipando ad attività di arrampicata presso la palestra del CAI di Crema a cui seguiranno delle lezioni di avvicinamento al cavallo e equitazione presso il Centro Parco ‘Rana Rossa’ di Ricengo e, da ultimo, una giornata a Desenzano per acquisire i primi rudimenti per la conduzione di barche a vela.
Il progetto ‘Nuotando si impara’ prevede, per i ragazzi dalla prima alla quarta, un corso di nuoto di otto lezioni che si svolgono in orario curricolare, in alternativa alle attività di scienze motorie che normalmente si svolgono in palestra. “Sono 55 gli studenti che hanno aderito alla proposta, novità di quest’anno scolastico ma già con l’intenzione che possa essere inserita nel Piano dell’Offerta formativa anche per i prossimi anni”. Le attività che si svolgeranno al vicino Centro Sportivo Blu Pandino, “sono finalizzate a riscoprire il valore educativo del nuoto nei suoi diversi aspetti”.

Leggi l’articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo di sabato 23 febbraio