SMOG – Revocate le misure temporanee di primo livello nelle province. Perché?

Revocate, con effetto a partire dalla giornata di oggi, giovedì 14 febbraio, le misure temporanee di primo livello nelle province di Pavia, Lodi, Cremona e Mantova. Quindi nei Comuni con più di 30.000 abitanti, oltre a quelli aderenti volontariamente. Il rientro dei valori di Pm10 entro i 50 microgrammi per metro cubo dei giorni scorsi han comportano la revoca delle disposizioni, previste dopo le giornate di superamento consecutive. Crema, lo ricordiamo, non aderisce alle misure antismog. In particolare, a Cremona nella giornata di martedì i valori erano pari a 21 microgrammi per metro cubo,  il giorno prima erano a 38.

Ci chiediamo una cosa, però: anche se l’inquinamento dipende da molto altro e i valori per alcuni giorni non preoccupano, perché revocare le disposizioni? Ormai erano programmate! I problemi riguardano, infatti, anche la concentrazione delle polveri sottili, ad esempio nei pressi delle scuole.